News Crypto e cryptovalute

ADA lavora per supportare incorporare USDT e USDC: segnale rialzista?

Uno degli asset con il miglior rendimento nella top 10 delle criptovalute per market cap, Cardano (ADA) continua a rafforzare il suo ecosistema. Mentre la rete si prepara per il suo prossimo Hard Fork Combinator (HFC), chiamato Vasil, il suo settore DeFi potrebbe aggiungere alcuni degli asset più popolari alle proprie liste. Al momento della scrittura, il prezzo di ADA è scambiato a 0,95 dollari con un profitto del 2% nelle ultime 24 ore.

Supporto per USDT e USDC in arrivo?

Cardano potrebbe presto disporre di un supporto nativo per Tether (USDT) e USD Coin (USDC). Charles Hoskinson, inventore di questa rete, e CEO di Input Output Global (IOG), ha condiviso il suo entusiasmo per WingRiders, che ha collaborato con altri due progetti chiamati Flint Wallet e Milkomeda, creati per fornire sidechains con UX amichevole per utenti e sviluppatori, per lanciare queste stablecoins sulla rete principale.

Secondo un post su Medium, Milkomeda implementerà la Ethereum Virtual Machine sulla loro sidechain Cardano. Questa sidechain opererà con una versione sintetica di ADA chiamata wrapped ADA (wADA). In pratica, questo permetterà agli utenti di sfruttare la sidechain Milkomeda e wADA per connettersi con Ethereum. Questo rimuoverà l’attrito dal processo di scambio di token ERC-20 con token nativi di Cardano.

Nel dettaglio, WingRiders ha detto che Milkomeda è una catena laterale basata su EVM di Cardano – che supporta i token ERC20 memorizzati per l’utente (per esempio sul loro portafoglio Flint o ancora utilizzando Metamask). Un gateway bloccherà questi token ERC-20 e poi emetterà gli equivalenti nativi di Cardano di questi token sulla blockchain di Cardano, che può essere fatto tramite il portafoglio Flint.

Bitcoin ed Ethereum da integrare con Cardano (ADA)?

Come ha spiegato WingRiders, i token su un lato delle due catene entreranno in un contratto intelligente per essere “bloccati” mentre le versioni sintetiche vengono coniate sull’altro lato. Nel caso degli stablecoin, questi asset digitali saranno “pre-minati” prima che l’utente li richieda e saranno “bloccati sulla mainnet di Cardano”.

In questo modo, gli utenti possono beneficiare di un modo “semplice” per transare su questa rete. Lo Stablecoin è uno degli asset digitali più importanti perché può operare come un “acceleratore di liquidità” e imbarcare nuovi utenti, capitali freschi e nuovi asset, come Bitcoin ed Ethereum, nell’ecosistema.

Tuttavia, i ponti sono diventati oggetto di attacco da parte di cattivi operatori. Alcuni dei più grandi hack DeFi degli ultimi tempi si sono verificati su queste piattaforme. Pertanto, il potenziale di questa partnership e le prestazioni di ADA sembrano grandi, ma non senza potenziali compromessi.

L’inventore di Cardano ha fiducia nel team dietro l’iniziativa. Secondo Hoskinson, IOG ha lavorato con WingRiders per “anni” su più progetti. L’inventore di Cardano ha detto che “abbiamo lavorato con il team per anni. Sono quelli che hanno fatto l’integrazione ledger per cardano e anche adalite. Mi piace e rispetto i loro ingegneri. Hanno anche preso il bug in Minswap e hanno fatto una divulgazione responsabile salvando la DApp dagli hacker”.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Roberto Rais

Grande esperto di criptovalute e nostro collaboratore già da diverso tempo. Segue attivamente come Editori diversi Blog specialistici del settore criptovalute

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button