News Blockchain

Al CES 2020 di Las Vegas una blockchain per riciclare la plastica

las vegas CES 1 - Al CES 2020 di Las Vegas una blockchain per riciclare la plastica

Durante una delle più importanti manifestazioni tecnologiche dell’anno, il CES 2020 di Las Vegas, è stata presentata una nuova blockchain pensata per migliorare il sistema di riciclo della plastica.

L’evento che è iniziato da un paio di giorni ha portato davvero tantissime idee tecnologiche, tra le quali alcune pensate per la salvaguardia ambientale.

Tra queste c’è l’iniziativa realizzata dalla Circularise Plastics, di Covestro, Circularise e Domo, pensata per riuscire a tracciare in modo più efficiente i rifiuti di plastica con l’ausilio di una blockchain.

La presentazione ha lasciato diverse persone ammirate per il progetto, tanto che anche su twitter l’hasthag #CES2020 e le relative invenzioni sono diventate immediatamente un trend.

E tra le invenzioni più acclamate c’è proprio quella della Circularise Plastics che permetterà a tutti i produttori di oggetti in plastica di creare una versione digitale dei loro materiali al fine di poterne dimostrare la sostenibilità nel corso di tutta la supply chain. 

Questa nuova soluzione dedicata alla tracciabilità degli oggetti in plastica basata su blockchain è stata portata avanti dal produttore tedesco di poliammide Domo, dalla Start Up Olandese Circularise e dalla società tedesca Covestro. 

L’iniziativa era già stata presentata in Germania a Düsseldorf durante il mese di ottobre, ma solo grazie al CES è stato possibile per l’azienda dare eco mondiale a questa nuova blockchain.

Ma perché utilizzare la tecnologia blockchain? La scelta deriva dal fatto che le società impegnate nel progetto desideravano un sistema che potesse garantire la trasparenza dei dati d’origine dei materiali e il loro impatto ambientale.

Inoltre, secondo il whitepaper distribuito dalla Circularise, l’idea è basta su delle blockchain di tipo decentralizzato e non è legata ad una specifica blockchain, anche se in molti aspetti possiamo dire che somiglia al modello rilasciato da Ethereum

A differenza di altri progetti che spesso dichiarano di essere basati su questa tecnologia, ma poi non è realmente così, quello presentato con il nome di Circularise Plastics sarà veramente basata su Blockchain, in quanto utilizzano un registro esempio come quello di Ethereum, quindi decentralizzato e ideale per tener traccia, in questo caso, dei materiali plastici e della loro sostenibilità. 

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button