News Bitcoin

Amazon pronta ad accettare pagamenti in Bitcoin?

L'indiscrezione arriva da una fonte interna

Amazon sarebbe pronta ad accettare pagamenti in Bitcoin già entro la fine dell’anno. L’indiscrezione si è diffusa nelle ore passate e si basa su fonti anonime. Ovvero un dipendente dell’azienda il quale ha accennato all’eventualità nel corso di una intervista rilasciata a City AM.
Una ipotesi la quale, a detta degli analisti, sarebbe però supportata da due elementi assolutamente concreti. E tali da far pensare che in effetti qualcosa si stia muovendo in tal senso all’interno dell’azienda fondata e diretta da Jeff Bezos.

Amazon - Amazon pronta ad accettare pagamenti in Bitcoin?

Quali sarebbero i fatti concreti a sostegno dell’indiscrezione?

Il primo di questi due fatti è rappresentato da una inserzione di lavoro riguardante proprio Amazon. La quale sarebbe alla ricerca di  un “Digital Currency and Blockchain Product Lead”. L’annuncio è stato pubblicato sul sito istituzionale dell’azienda e si riferisce ad uno specialista non solo di denaro digitale, ma anche di blockchain e di CBDC (Central Bank Digital Currency), con il preciso intento di sviluppare casi d’uso concreti. Con un preciso riferimento all’opportunità di lavorare nei pagamenti di una delle più grandi aziende di commercio elettronico, a livello globale. Che è l’altro fattore il quale induce a pensare che Amazon sia ormai entrata nell’ordine di idee di offrire i pagamenti in criptovalute alla propria utenza.
In pratica, secondo gli analisti l’azienda statunitense non può lasciare campo libero alla concorrenza. In particolare a quella che ha già annunciato piani relativi all’utilizzo di asset digitali per i propri pagamenti. Si tratterebbe di un rischio troppo elevato, tale di conseguenza da spingerla a muoversi per non ritrovarsi colta alla sprovvista.

Amazon si accinge ad adottare una strategia complessa

Occorre anche precisare come i piani elaborati dall’azienda di Atlanta non si limitino all’impiego di BTC nel proprio sistema di pagamenti. All’icona crittografica si dovrebbero infatti aggiungere in un secondo momento anche alcune delle Altcoin più popolari, tra cui Ethereum, Cardano e Bitcoin Cash. Inoltre, lo sbocco del lavoro si tradurrebbe nel varo di un token nativo destinato a girare sulla sua rete. Ovvero qualcosa di molto simile a Diem, il progetto messo in campo ormai da tempo da Facebook.
Resta da vedere se un piano di questo genere non sia destinato a suscitare la stessa contrarietà della criptovaluta di Mark Zuckerberg, osteggiata in maniera evidente dal mondo politico a stelle e strisce, sin dalla pubblicazione del suo White paper. Ipotesi non proprio remota considerata la non eccessiva popolarità di Bezos a Washington.

Intanto Bitcoin spicca nuovamente il volo

Sull’onda della discussione suscitata dalle indiscrezioni relative ad Amazon, Bitcoin ha nuovamente spiccato il volo. Nel giro di poche ore è infatti aumentato di oltre il 10%, proseguendo il movimento ascensionale ancora per un notevole lasso di tempo, prima di dare vita ad un ripiegamento fisiologico.
La creazione i Satoshi Nakamoto si è peraltro potuta giovare delle notizie proveniente da un altro fronte molto importante, ovvero quello rappresentato da Twitter. Il social media, infatti, ha dal canto suo annunciato l’intenzione di riservare a BTC un posto di grande importanza nel futuro della piattaforma. Una serie di notizie le quali hanno favorito non solo la sua crescita, consentendogli di superare agevolmente quota 37mila dollari, ma anche quella dell’intero settore. Invertendo, almeno per qualche ora, una rotta negativa ormai da tempo.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button