News Crypto e cryptovalute

Atupri Health Insurance apre ai pagamenti in criptovalute

In Svizzera sono sempre più popolari gli asset digitali

Se molte persone continuano a focalizzarsi sulle possibilità speculative offerte dalle criptovalute, il denaro digitale sembra comunque in notevole avanzata anche nella nostra vita di tutti i giorni.
Come dimostra la decisione di molte aziende, di ogni parte del globo, di accettarlo come forma di pagamento per i servizi e prodotti offerti. Una tendenza favorita anche dalla diffusione del Covid a livello globale, con le paure che questo fatto è destinato a proiettare sulla società.

criptovalute - Atupri Health Insurance apre ai pagamenti in criptovalute

In Svizzera le assicurazioni sanitarie si possono pagare in Bitcoin e Ether

Atupri Health Insurance, una importante azienda del settore assicurativo elvetico, ha deciso di aprire i propri pagamenti alle criptovalute. Le polizze accese presso la società, infatti, potranno essere pagate anche in Bitcoin ed Ether.
Una possibilità resa concreta dalla sottoscrizione di un accordo tra Atupri Health Insurance e Bitcoin Suisse, una società che opera a sua volta nei servizi finanziari crittografici. Gli oltre 200mila clienti di cui gode l’azienda assicurativa potranno quindi scegliere tra i pagamenti in valuta flat e quelli in denaro virtuale. Il quale sarà appunto convertito in valuta tradizionale da Bitcoin Suisse.

A proposito di Bitcoin Suisse

Bitcoin Suisse sta notevolmente rafforzando le proprie posizioni nel settore dei servizi finanziari crittografici. Al momento custodisce per oltre un miliardo di dollari e l’accordo con Atupri Health Insurance rappresenta solo l’ultimo di una serie di partnership destinate a consolidarne le fortune. Nel mese di maggio ha infatti annunciato il supporto per la custodia e per i servizi di staking di Tezos, implementando la possibilità di fare trading di platino, oro e argento tramite Bitcoin e Ether. Secondo i rumors circolanti in questi giorni, l’azienda terrà una Security Token Offering nel prossimo anno, seguita in quello successivo dalla quotazione in Borsa.

La Svizzera si sta avviando verso un uso massiccio degli asset digitali?

Le notizie relative ad Atupri Health Insurance non costituiscono certo una novità, in un Paese come la Svizzera che sembra sempre più avviata verso un uso massiccio di asset digitali. Basti pensare alla Crypto Valley formatasi nel cantone di Zugo, per capire come il Paese sia intenzionato a non perdere il treno dell’innovazione finanziaria.
Intenzione confermata anche dalla recente decisione di Zermatt, un comune situato ai piedi del Cervino, di consentire i pagamenti delle tasse in BTC. Anche in questo caso previo accordo con Bitcoin Suisse.

La popolarità delle criptovalute cresce ovunque

Le aperture della Svizzera alle monete digitali non rappresentano che la classica punta dell’iceberg. Sono sempre di più i governi che mostrano interesse per un utilizzo degli asset digitali nella vita di ogni giorno. Una tendenza fattasi sempre più forte con l’esplosione del Covid a livello globale.
La necessità di pagamenti sicuri, infatti, ha avuto come diretta conseguenza una attenzione sempre più marcata da parte del mondo politico. Il quale ha intravisto proprio nelle infrastrutture digitali le opportunità di assicurare carburante al circuito economico, messo in crisi da lockdown e comprensibili paure legate alla possibilità che il denaro tradizionale possa essere un vettore per il virus. Una tendenza la quale ha permesso a quello digitale di allargare in maniera molto evidente la propria popolarità nell’immediato futuro.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button