News Bitcoin

Axa permette ai clienti svizzeri di pagare in Bitcoin

Le aziende guardano con sempre maggior interesse ai pagamenti digitali

La compagnia assicurativa Axa ha deciso di accettare i pagamenti dei premi assicurativi da parte dei suoi clienti in Bitcoin. Una decisione la quale è stata motivata con la sempre crescente domanda da parte della propria utenza, che ha infine convinto la compagnia ad estendere il suo già ampio ventaglio di proposte di pagamento. L’opzione relativa alle criptovalute è stata attivata nel corso del mese di aprile, aggiungendosi di conseguenza a quelle relative ai pagamenti tradizionali.

Axa - Axa permette ai clienti svizzeri di pagare in Bitcoin

La ricerca di mercato condotta da Axa

La decisione di Axa è stata la logica conseguenza di una ricerca di mercato la quale era stata condotta dalla compagnia francese nel corso del 2019. Dalla quale era emerso un dato inequivocabile: circa un terzo della propria clientela era già in possesso di criptovalute o mostrava comunque un notevole interesse per il denaro digitale.
A questa constatazione iniziale si è poi andata ad aggiungere la particolare situazione che è stata creata dalla pandemia di Covid-19, la quale ha spinto un gran numero di persone a guardare con crescente interesse agli asset digitali. I quali sono ormai considerati alla stregua di un possibile strumento in grado di evitare i rischi di contagio collegati all’utilizzo del contante.
Dopo aver soppesato a lungo i dati di cui era in possesso, l’azienda transalpina ha infine deciso di aggiungere le criptovalute ai metodi di pagamento già adottati. L’azienda incaricata di fornire i relativi servizi sarà Inapay.

Axa: la dichiarazione di Claudia Bienentreu

La decisione presa da Axa è stata commentata da Claudia Bienentreu, responsabile dell’open innovation di AXA Svizzera. Proprio lei ha affermato come si tratti di una risposta della compagnia alla sempre crescente domanda, da parte dei suoi clienti, di soluzioni di pagamento alternative e al ruolo sempre maggiore giocato dalle nuove tecnologie. Delle quali l’azienda francese è soltanto l’ultimo grande nome ad avvalersi. Se è il primo attore del settore assicurativo a giocare la carta dei pagamenti in criptovaluta, non è difficile immaginare che l’esempio di Axa sarà presto seguito da altri gruppi concorrenti. Proprio per non lasciare l’utenza più dinamica al gruppo guidato da Thomas Buberl.

Cresce l’attenzione delle aziende nei confronti di Bitcoin

La decisione presa da Axa testimonia la sempre più evidente crescita di influenza del Bitcoin. Se un tempo era vista esclusivamente alla stregua di uno strumento speculativo, ora l’icona crittografica è sempre più utilizzata dalle aziende. Come è ormai noto, tra le prime ad aprire a questa forma di pagamento era stata Tesla, che però ora sembrerebbe intenzionata a tornare indietro, a causa della dannosità ambientale della rete Bitcoin. Ad essa, nel corso delle ultime settimane, se ne sono aggiunte molte altre, di cui la compagnia francese rappresenta soltanto l’ultimo esempio.

Come reagiranno i governi?

Un trend il quale sembra destinato ad avere notevoli conseguenze, soprattutto sulle decisioni dei governi i quali hanno mostrato una certa ostilità nei confronti delle criptovalute nel corso degli ultimi mesi.
Se da più parti si denuncia un atteggiamento di chiusura da parte delle istituzioni, occorre comunque sottolineare come proprio il notevole favore incontrato dagli asset digitali nel mondo delle imprese potrebbe in pratica portare alla formazione di una vera e propria rete di salvataggio per BTC. Come potrebbe giustificare, ad esempio, il governo statunitense un eventuale atto di ostilità verso un asset il quale si va sempre più affermando nella vita di tutti i giorni?

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button