News Exchange

Binance dona 1,5 milioni di dollari per aiutare le vittime del Coronavirus

Nelle ultime settimane si parla in maniera insistente di un virus appartenente alla famiglia dei coronavirus (la stessa famiglia a cui sono riconducibili i virus del comune raffreddore, della SARS, della MERS, ecc.). Un virus che, dalla Cina, sta iniziando a circolare nel mondo creando molta preoccupazione nelle comunità mediche: il nuovo coronavirus (2019-nCoV), “sorto” nella città cinese di Wuhan, sembra essere stato favorito dalla vendita di animali infetti in un mercato locale e, finora, ha infettato quasi 2.000 individui, con casi che si sono verificati principalmente in Cina, ma che hanno iniziato a diffondersi anche negli Stati Uniti, in Francia, in Malesia, a Singapore e oltre.

Anche se questi numeri possono sembrare piccoli in rapporto alla popolazione mondiale, in realtà i dossier indicano che gli ospedali di Wuhan sono stati invasi a causa dell’afflusso di casi e di coloro che credono di essere malati con il coronavirus. Diverse fonti diramate principalmente sui social media sostengono inoltre che ci sarebbe una evidente carenza di maschere e di altri materiali protettivi.

Fortunatamente, sono molte le persone e le aziende che stanno cercando di darsi da fare per poter migliorare il modo con cui si può fronteggiare il virus, e sostenere le vittime.

Changpeng “CZ” Zhao, l’uomo d’affari cinese – canadese che dirige il più grande scambio di criptovalute del mondo, Binance, ha rivelato in un tweet pubblicato poco fa che la sua azienda destinerà “10 milioni di RMB (circa 1,5 milioni di dollari) per aiutare le vittime del coronavirus.

Se l’informazione dovesse tradursi in concretezza – e non ci sono certamente dei dati che non possano far suggerire che ciò possa accadere – tutto ciò renderebbe Binance la prima azienda operante nell’ecosistema criptovalutario ad aver avviato con successo un’iniziativa di beneficenza per sostenere le vittime dell’ultimo coronavirus cinese.

Non è la prima volta che Binance si dimostra particolarmente attenta alla filantropia e alla beneficienza. Basti ricordare, a titolo di esempio, che nel 2018 ha contribuito con un milione di dollari ad aiutare le persone colpite dalla massiccia inondazione nell’ovest del Giappone. L’azienda di criptovaluta ha inoltre una sua divisione che si occupa in maniera specifica delle attività di beneficenza.

Tags

Roberto Rais

Grande esperto di criptovalute e nostro collaboratore già da diverso tempo. Segue attivamente come Editori diversi Blog specialistici del settore criptovalute

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close