News Bitcoin

Bitcoin, anche il Southampton lo mostrerà sulla sua maglia

Si intesificano i rapporti tra calcio e criptovalute

Prosegue l’offensiva del mondo cripto nel mondo del calcio internazionale. L’ultimo accordo in tal senso è quello siglato tra Southampton FC, team partecipante alla Premier League, e Sportsbet.io, azienda di scommesse che accetta pagamenti in denaro virtuale.
Il logo di quest’ultima vede in evidenza il simbolo arancione di Bitcoin, destinato quindi a rafforzare la sua visibilità, considerato come il massimo torneo britannico sia attualmente considerato il principale a livello globale. Un ruolo il quale potrebbe addirittura crescere nell’immediato futuro.

Southampton - Bitcoin, anche il Southampton lo mostrerà sulla sua maglia

I termini dell’accordo

Il contratto siglato dalle due parti avrà una durata triennale e prevede che il logo dell’aziende cinese faccia la sua comparsa non solo sulle maglie della prima squadra, ma anche su quelle della squadra primavera.
A salutare l’accordo da parte di Sports.io è stato Tim Heath, il co-fondatore e CEO di Coingaming Group, l’azienda a cui fa capo Sportsbet. Il quale ha voluto mettere in ampio risalto la lunga e gloriosa storia dei Saints, come è nota la squadra nell’ambito del football britannico.

Una storia lunga e gloriosa

Il Southampton FC è nato nel 1885, all’interno di una parrocchia, la St. Mary’s Church of England Young Men’s Association. Proprio a questo evento il team deve il soprannome con cui viene affettuosamente indicato dagli sportive di tutto il mondo.
Se non ha mai vinto il massimo campionato, il club si è comunque fatto notare per la vittoria in FA Cup, nel 1975-76, considerata addirittura più importante dalle tifoserie britanniche. Inoltre vanta 22 partecipazioni alla First Division e 21 alla Premier League.
Attualmente milita in Premier League e nel corso dell’ultimo torneo è riuscito a cogliere l’undicesima posizione, conseguendo una salvezza abbastanza agevole, ovvero il massimo risultato preventivato all’inizio della stagione.

Prosegue il feeling tra cripto e calcio

La sponsorizzazione del Southampton da parte di Sportsbet.io rappresenta l’ennesimo tassello in un puzzle sempre più composito. In precedenza, infatti, aziende facenti riferimento al mondo della crittografia avevano già provveduto ad allacciare rapporti con club molto importanti delle maggiori leghe professionistiche europee. Sodalizi come il Manchester City, il Barcellona, la Juventus o la Roma hanno già preso atto dell’importanza sempre più rilevante del denaro digitale nella vita di tutti i giorni. E hanno iniziato ad esplorarne le potenzialità, in particolare nei rapporti con le proprie tifoserie.
Emblematico in tal senso è quanto fatto dalla Roma, il maggior sodalizio calcistico capitolino, che ha permesso di scegliere l’atleta cui intitolare il campo di allenamento di Trigoria tramite utilizzo di token.

Un legame destinato a rafforzarsi nell’immediato futuro

Secondo gli esperti, il legame tra denaro virtuale e società calcistiche è destinato a rafforzarsi sempre di più. Un trend favorito dal fatto che i bilanci delle squadre calcistiche hanno sempre più bisogno dell’apporto di nuove fonti di reddito. Se, per ora, le casacche ufficiali sono per lo più impegnate da vecchi accordi con aziende dei più svariati settori, va comunque sottolineato come anche parti meno visibili delle stesse siano in grado di assicurare spazi pubblicitari invitanti. Sui quali stanno puntando le aziende legate all’innovazione finanziaria e monetaria per farsi conoscere sempre di più. Confidando con tutta evidenza nella vastità di una platea come quella televisiva, che soprattutto con il protrarsi dell’emergenza legata al Covid, potrebbe assumere un ruolo sempre più decisivo a fini pubblicitari.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button