News Crypto e cryptovalute

Bitcoin Cash, i ribelli lanciano un attacco 51% per distruggere ABC

Ad eseguire l'attacco è stato il gruppo Voluntarism.dev

Se qualcuno pensava che la situazione intorno a Bitcoin Cash fosse sul punto di distendersi, quanto sta accadendo smentisce decisamente l’assunto. Proprio in queste ore, infatti, un gruppo di ribelli sta portando avanti un attacco 51% teso a distruggere Bitcoin Cash ABC, ovvero il progetto il quale aveva deciso di adottare una tassa dell’8% sul mining con l’intento di finanziare il suo sviluppo. Un attacco che, almeno secondo il co-fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, avrebbe lo scopo di distruggere del tutto la rete.

Bitcoin Cash - Bitcoin Cash, i ribelli lanciano un attacco 51% per distruggere ABC

Bitcoin Cash: cosa sta accadendo in queste ore

A portare avanti l’attacco 51% sarebbe un gruppo che si è denominato Voluntarism.dev, il quale si è definito alla stregua di un esponente della vecchia guardia di minatori e che, in quanto tale, sarebbe fedele ai principi originari su cui è fondato il processo di estrazione dei blocchi.
Il gruppo anonimo ha provveduto a modificare la cosiddetta “regola coinbase”, facendo in modo che l’estrazione di un blocco comporti l’invio dell’intero ammontare dei premi all’indirizzo associato all’Infrastructure Funding Plan (IFP). Ovvero senza che sia realmente applicata la controversa tassa diventata effettiva dopo l’hard fork del 15 novembre. Rendendo di conseguenza assolutamente inutile l’estrazione mineraria a favore di ABC.

Gli attacchi 51% sono molto costosi

Va sottolineato come gli attacchi 51%, oltre che pericolosi per la rete che li subisce, sono anche dispendiosi per chi li porta avanti.
Per capirlo basta fare riferimento a quelli i quali sono stati portati avanti di recente  contro Ethereum Classic, un fork della blockchain di Ethereum. Nel corso dei tre raid in rapida successione, gli attaccanti hanno dovuto noleggiare hash power per complessivi 3800 dollari. Mentre un semplice attacco della durata di un’ora contro Bitcoin Cash nel passato mese di aprile ne poteva costare circa 7300.
Costi che, a quanto sembra, non scoraggiano Voluntarism.dev, secondo il quale la tassa introdotta dopo il fork del 15 novembre avrebbe già comportato danni molto più alti.

La forte valenza ideologica dell’attacco

A colpire nell’attacco di queste ore è soprattutto la valenza ideologica di cui è stato immediatamente connotato. Secondo il gruppo ribelle, infatti, a giustificarlo sarebbe l’evidente violazione dell’ANP (patto di non aggressione) da parte di ABC. Si tratta in pratica del principio secondo il quale all’interno dei progetti crittografici nulla dovrebbe mai essere imposto facendo leva sulla forza o sulla coercizione. Come sarebbe avvenuto invece quando il gruppo di sviluppo di Bitcoin Cash ha deciso di mettere in pratica l’hard fork al fine di rendere vincolante la tassa dell’8% sul mining.

Bitcoin Cash: il ruolo di Roger Ver

Qual è il ruolo di Roger Ver in quanto sta accadendo? Molti se  lo stanno chiedendo in queste ore. Spinti in particolare dal fatto che i toni assunti da Voluntarism.dev ricordano molto quelli di un video di Bitcoin.com risalente al 2019. In cui Roger Ver, appunto, presentava la sua posizione contraria ad eventuali tasse imposte in violazione dell’ANP bardato con la bandiera libertaria di coloro che predicano il principio assolutamente volontario dell’adesione ad esse.
Se ufficialmente Ver non ha un ruolo in quanto sta accadendo, non sono rare le voci di chi lo vedrebbe nella veste di nume tutelare dei ribelli.
Va comunque sottolineato come, al momento, le conseguenze per Bitcoin Cash ABC, in termini di valutazione, siano inesistenti, tanto che nel corso delle ultime contrattazioni il token è salito di quasi un punto e mezzo percentuale.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button