Aprile 4, 2020
Home » Bitcoin, il peggio è passato?
Bitcoin

Bitcoin, il peggio è passato?

La drammatica settimana che si avvia a conclusione lascia a tutti gli investitori di Bitcoin una domanda: il peggio è davvero passato per le criptovalute?

Dopo il brutale crollo di giovedì e la volatilità di venerdì, il sentimento degli investitori Bitcoin è evidentemente in calo; molti credono che ci siano poche ragioni per essere rialzisti sulle prospettive a breve e lungo termine della principale valuta digitale ma… è così?

In realtà, passata la tempesta, sono ora sempre di più gli analisti che affermano che forse è meglio essere rialzisti, almeno per il breve termine, sull’asset in questione. Ma perché?

Bitcoin è tecnicamente rialzista

Iniziamo con il citare qualche focus da parte dei più noti trader criptovalutari che su Twitter aggiornano le proprie periodiche previsioni.

In merito, il trader CJ ha osservato che ci sono più ragioni per essere rialzista su Bitcoin che ribassista, notando che la criptovaluta ha iniziato a fare trading sopra un “swing low pivot“, con i prezzi che si stanno consolidando al di sotto della resistenza.

Non solo: ci sono anche altri analisti rialzisti. Un altro noto trader come Filb Filb, per esempio, ha indicato tre ragioni per cui il Bitcoin potrebbe spingere verso l’alto: il grafico a breve termine che ha formato un solido minimo che potrebbe fungere da supporto, BitMEX e il lato delle offerte del book degli ordini che ha iniziato a vivacizzarsi maggiormente.

I rischi sullo scenario internazionale

Certo, anche se questi fattori sono effettivamente presenti, permangono alcuni rischi aleatori che possono frenare qualsiasi tentativo di recupero.

In particolare, secondo Ross Middleton, Chief Financial Officer di Crypto Exchange DeversiFi i mercati sono ancora straordinariamente deboli, costringendo di fatto gli investitori istituzionali ad abbandonare le loro posizioni su Bitcoin.

In altri termini, molti investitori escono dalle loro posizioni in Bitcoin per cercare di coprire le margin call su altre asset class, perché forse pensano che ci saranno migliori opportunità a breve termine di andare long su altri strumenti nel prossimo futuro.

A questo pensiero ha poi fatto eco Raoul Pal – un ex dirigente di Goldman Sachs e CEO di Real Vision, che ha affermato che il calo potrebbe essere legato agli hedge fund che sono stati costretti a liquidare Bitcoin, al fine di mantenere i propri portafogli entro un certo livello di rischio.

Insomma, se i mercati tradizionali dovessero continuare a mostrare volatilità, BTC potrebbe vedere ulteriori perdite in virtù del fatto che gli investitori cercheranno di coprire il rischio del loro portafoglio in questi tempi così difficili, anche rinunciando alle loro posizioni in criptovaluta.

News simili

Bitcoin, crescita di valore del 100% all’orizzonte?

Roberto Rais

Bitcoin in tendenza ribassista, è un buon momento per acquistare?

Roberto Rais

Lascia un commento