Maggio 26, 2020
Home » Bitcoin Mining in difficoltà: calo del 6% dopo l’Halving
Bitcoin

Bitcoin Mining in difficoltà: calo del 6% dopo l’Halving

Poiché la redditività dei miners è notevolmente aumentata dopo l’ultimo halving Bitcoin, si è registrato un calo di oltre il 6% se confrontato con il periodo pre-dimezzamento.

La scorsa settimana, la tecnologia blockchain del Bitcoin è stata interessata dall’evento più atteso del 2020, l’Halving Bitcoin.

Il dimezzamento del Bitcoin è l’evento che si verifica ogni 210.000 blocchi e comporta l’incremento della complessità degli algoritmi di rete Bitcoin e riduce i premi di mining.

Con l’ultimo dimezzamento, i premi di mining Bitcoin sono diminuiti da 12,5 BTC agli attuali 6,25 BTC per blocco estratto.

Con i costi medi di estrazione in aumento e le ricompense in calo, la redditività dei miner si è deprezzata.

Dopo l’halving Bitcoin, oltre 20 exhahash al secondo (EH / s) di potenza di calcolo sono stati disattivati ​​dalla rete BTC.

Tasso di hash del Bitcoin è crollato del 20%

Considerando la media mobile di 7 giorni, il tasso di hash del BTC è crollato del 20% prima che si verificasse l’Halving BTC.

Prima della metà dell’11 maggio, il tasso medio del BTC era di 122 EH / se ora è a 92,7 EH / s.

Quasi tutti i primi dieci pool di mining Bitcoin hanno visto un tasso di hash in crash del 30% in media.

D’altra parte, la difficoltà del mining Bitcoin è scesa del 6% a 15,4 trilioni e mostra quanto sia difficile competere per i premi in blocco.

La rete Bitcoin regola il mining ogni 2016 blocchi o ogni 14 giorni. La regolazione della difficoltà di mining assicura che l’intervallo medio tra due blocchi rimanga a 10 minuti.

Alcuni analisti del mercato sono concordi sul fatto che prima dell’halving Bitcoin i miners si sono precipitati per estrarre il maggior numero di blocchi sfruttando al massimo la redditività.

Kevin Zhang, direttore delle strategie blockchain di Greenidge Generation, ha dichiarato:

“Riteniamo che, con l’avvicinarsi del dimezzamento, i miners in Cina hanno fatto una corsa veloce alle miniere, anche con macchine di vecchia generazione, per ottenere la maggior parte degli ultimi giorni delle ricompense più elevate”.

Il vicepresidente di Poolin Alejandro De La Torre ha sottolineato che

 “questo è il motivo per cui abbiamo visto quei valori di tasso di hash altissimi”.

I primi due pool di mining F2Pool e Poolin hanno monitorato alcuni dati sulla redditività dei miners al prezzo e alla difficoltà attuali di BTC.

I miners di vecchia generazione non potranno ottenere elevati rendimenti a tassi di elettricità superiori a $ 0,05 al chilowattora.

Nel suo rapporto pubblicato a maggio, Poolin ha affermato di vedere ancora qualche speranza per i miners nel prossimo recente futuro.

“Mentre prevediamo che la maggior parte di questi miners saranno estromessi dopo l’halving BVitcoin, è probabile che alcuni dispongano di elettricità a basso costo per sopravvivere nel prossimo futuro”.

Grayscale Investments acquisisce il 33% di tutti i Bitcoin estratti nell’ultimo trimestre

Secondo una ricerca pubblicata su Reddit, Grayscale Investments ha acquistato il 33% di tutti i Bitcoin estratti negli ultimi tre mesi.

Il fondo fiduciario Bitcoin della società ha aggiunto quasi 60.762 BTC nel periodo tra il 7 febbraio e il 17 maggio. È come acquistare oltre 600 BTC ogni giorno per tre mesi.

“Per una buona misura, 60k bitcoin negli ultimi 100 giorni sono circa il 33-34% di tutti i bitcoin coniati di recente in quel periodo, dare o prendere”.

Grayscale Investments è popolare per offrire prodotti di investimento crittografico di livello istituzionale. Alla data attuale, gestisce un totale di $ 3,7 miliardi di risorse digitali gestite.

 

Lascia un commento