News Bitcoin

Bitcoin: sarà la Turchia il prossimo Paese ad adottarlo in maniera massiccia?

Il crollo della lira sembra favorire questa tendenza

Ormai da tempo si discute sulla possibilità che il Bitcoin sia avviato verso l’adozione di massa, ovvero un impiego sempre più largo nella vita di ogni giorno. Una ipotesi la quale si fonda sulla diffusione sempre più larga delle nuove tecnologie, tale da spingere la parte più dinamica della popolazione, in particolare quella giovanile, a sperimentare nuove forme di gestione delle proprie finanze.
C’è però una ulteriore spinta in grado di favorire questa tendenza. Stiamo parlando delle grandi difficoltà economiche gravanti su alcuni Paesi, tali da affondare in maniera notevole il potere d’acquisto delle valute fiat locali.

Bitcoin - Bitcoin: sarà la Turchia il prossimo Paese ad adottarlo in maniera massiccia?

La grave crisi della lira turca

Un recente rapporto dell’agenzia Reuters, pubblicato il 14 agosto, ha denunciato la crisi sempre più profonda della lira turca. La svalutazione sempre più pronunciata della valuta fiat locale, in particolare, sta spingendo un numero sempre più cospicuo di cittadini a scambiarla con oro e dollari.
L’inflazione si trova attualmente poco sotto il 12%. Un livello il quale sarebbe stato abbastanza normale qualche anno fa, ma oggi destinato ad incutere grande timore in coloro che hanno un reddito fisso.
Proprio lavoratori salariati e pensionati sono tra i principali interessati alla conversione di denaro tradizionale, sempre più svalutato, in asset i quali sono in grado di resistere meglio al deteriorarsi della situazione economica del Paese. Tra i quali anche quelli digitali.

Il fattore coronavirus

La crisi della lira, peraltro, va a saldarsi con il particolare momento sanitario che colpisce anche la Turchia. Il Covid-19 si è fatto sentire anche nel Paese, provocando oltre 250mila contagi e più di 6mila vittime. La preoccupazione all’interno dei confini nazionali è di conseguenza molto elevata, andandosi a riflettere sui comportamenti delle persone.
Molti di coloro che sono intenzionati a scambiare le proprie lira in dollari, quindi, rinunciano a farlo per non doversi recare presso una filiale fisica della propria banca. Una situazione la quale sembra ideale per spianare la strada all’adozione del Bitcoin.

Qual è la reale situazione delle criptovalute, in Turchia?

Nei mesi passati, era circolato un rapporto di Statista, che aveva destato sensazione. In base ad esso, addirittura un quinto dei cittadini turchi possedeva o utilizzava denaro virtuale. Uno studio il quale, però, era stato smentito in parte da un test condotto da principale exchange turco di criptovalute, Paribu. Il quale aveva invece rivelato come il dato reale si attestasse invece sotto l’1%. Su 6.253 intervistati, infatti, solo 44 hanno scambiato criptovaluta in qualche forma, ovvero lo 0,7%.
Tutto chiaro? Non proprio, se si pensa che un altro exchange locale, BtcTurk, ha dal canto suo proceduto ad una indagine statistica la quale sembra andare in direzione opposta a quella di Paribu. Secondo questo studio, condotto in collaborazione con il Centro di ricerca e apparecchiature di statistica dell’Università di Istanbul nel mese di luglio, infatti,  nel corso della pandemia, la fiducia in Bitcoin sarebbe aumentata del 23%. Mentre la soddisfazione del campione intervistato sarebbe cresciuta del 58,5%.
Altro dato da tenere presente è poi quello riferito all’utilizzo di asset digitali da parte dei turchi. Il quale sarebbe addirittura raddoppiato rispetto al dato di febbraio 2019.
A giudicare da questi dati, quindi, la crisi della lira potrebbe effettivamente fare della Turchia un vero e proprio bastione per il Bitcoin. Come del resto è accaduto in Paesi con gli stessi problemi di inflazione, come Argentina e Venezuela.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button