News Bitcoin

Bitcoin: sono gli 8.000 dollari la soglia “cruciale” per marzo

Se dovessimo indicare una soglia cruciale per il destino di Bitcoin a marzo 2020, probabilmente questa sarebbe pari a 8.000 dollari. Di fatti, con la tendenza rialzista più recente che si è oramai esaurita, BTC continua a negoziare intorno ai 6.600 dollari, rivelandosi un po’ incerta sul da farsi e impedendo agli analisti di determinare la direzione da seguire.

Nonostante ciò, la  criptovaluta al di sotto di una serie di livelli di resistenza chiave, come sottolineato dal noto trader Bitcoin Filb Filb, che ha richiamato l’attenzione sull’importanza della soglia degli 8.000 dollari, un punto che è un punto decisivo per poter comprendere quale direzione prenderà tecnicamente Bitcoin negli ultimi giorni del mese.

Ma è possibile che si verifichi questa innalzata di quotazioni fino alla soglia degli 8.000 dollari? Come abbiamo ricordato qualche giorno  fa, BTC è nella quarta fase del BARR, che dovrebbe essere seguita da un’impennata oltre la soglia dei 9.000 dollari circa nella prossima settimana o entro due settimane, manifestando così che il trend potrebbe essere presto invertito.

Tuttavia, rimane il rischio generale che i mercati tradizionali continuino a scendere: un evento che potrebbe deprimere il trend assunto da Bitcoin. Insomma, in caso di panic selling generalizzato, è difficile pensare che BTC possa essere risparmiato.

Gli analisti sono infatti convinti che non può dire quali settori, compresi quelli criptovalutari, saranno colpiti dalle ricadute globali di un evento recessivo, mettendo così ulteriormente a rischio il collasso di BTC.

Roberto Rossi

Grande esperto di criptovalute e nostro collaboratore già da diverso tempo. Segue attivamente come Editori diversi Blog specialistici del settore criptovalute

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button