News Bitcoin

Bitcoin, Steve Wozniak denuncia YouTube per le truffe dilaganti sul canale

Steve Wozniak - Bitcoin, Steve Wozniak denuncia YouTube per le truffe dilaganti sul canale

Le truffe che vedono il Bitcoin protagonista continuano a dilagare. Tra i canali preferiti di chi le organizza, c’è YouTube, ove sono ormai dilaganti i video in cui alcuni personaggi molto noti vedono utilizzate proprie interviste passate alla stregua di strumento di persuasione. Video che terminano con l’invito agli utenti di inviare criptovalute verso determinati indirizzi, al fine di ricevere in cambio il doppio dell’importo.
Naturalmente può sembrare incredibile che ci siano persone così ingenue da aderire ad un invito apertamente truffaldino di questo genere. Eppure esistono, per la gioia dei truffatori. Basti pensare che solo quelle che hanno visto l’impiego dell’immagine pubblica di Elon Musk, fondatore e CEO di Tesla, sono riuscite a raccogliere oltre due milioni di dollari.

Truffe Bitcoin: ora arrivano le denunce

Se i truffatori possono provare legittima euforia, pensando ai risultati conseguiti, si può comprendere che lo stesso sentimento non animi i VIP usati per questo genere di operazioni. Che, in attesa che la magistratura si attivi contro i truffatori, hanno deciso di colpire proprio YouTube. L’accusa è di lasciare indisturbati gli autori delle truffe, permettendo loro di caricare i video incriminati, invece di bloccarne i canali.
Steve Wozniak,ha infatti deciso di stroncare questa pratica . Il co-fondatore di Apple si è unito ad altri 17 querelanti in una causa contro YouTube e Alphabet, con la precisa accusa di aver lasciato campo libero alle truffe le quali vedono l’impiego di sue immagini e video con il preciso fine di attirare potenziali vittime.
E’ stato Coindesk a darne notizia, affermando che la causa è stata intentata presso la Corte superiore dello Stato della California. L’imprenditore chiede che YouTube sia sanzionato e chiede danni punitivi, un processo da parte della giuria e un’azione immediata tesa a rimuovere tutte le truffe in cui viene impiegato il suo nome. La sua decisione potrebbe aprire la strada per molte altre cause analoghe. Con esiti rovinosi per il canale video.

Anche Brad Garlinghouse ha denunciato YouTube

Wozniak arriva in questo caso secondo, essendo stato preceduto da Brad Garlinghouse, il CEO di Ripple, altra personalità che ha visto utilizzata la sua immagine pubblica nell’ambito di queste truffe. Anche nel suo caso la denuncia è stata resa praticamente obbligatoria dal fatto che queste operazioni rischiano non solo di rovinare la reputazione delle personalità coinvolte, ma anche di generare sfiducia verso alcuni settori di grande rilevanza. Come appunto quello crittografico rappresentato da Garlinghouse.

Anche Twitter è alle prese con il dilagare delle truffe

YouTube non è del resto il solo social media a ritrovarsi nella tempesta in questo momento, a causa dell’imperversare di truffe legate alle criptovalute. Continua infatti a destare notevole impressione il raggiro creato nei giorni passati grazie alla violazione di una lunga serie di profili di rilievo su Twitter. Anche in questo caso gli hacker hanno utilizzato lo stesso invito a inviare i Bitcoin ad alcuni indirizzi, in modo da averne in cambio il doppio. E anche in questo caso sono riusciti a trovare ingenui pronti a credere in quello che si configura alla stregua di una vera e propria circonvenzione di incapace. Sembra incredibile, ma ci sono persone pronte a credere a inviti di questo genere. Come dimostrano gli oltre 100mila dollari raccolti con la truffa su Twitter, portata avanti utilizzando i profili di Barack Obama, Joe Biden, Elon Musk, Jeff Bezos, Bill Gates, Kanye West, Kim Kardashian e molti altri.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close