News Exchange

Bitpanda raccoglie 263 milioni di finanziamenti

Grazie ad essi il suo valore è ora superiore ai 4 miliardi

L’exchange di criptovalute austriaco Bitpanda ha annunciato tramite un comunicato stampa di aver raccolto 263 milioni di dollari nel corso di un round di investimenti di serie C guidato da Valar Ventures, una società di venture capital fondata dal miliardario Peter Thiel. Tra coloro che hanno partecipato al finanziamento, per effetto del quale il suo valore è ora di 4,1 miliardi di dollari, vanno ricordati Alan Howard, REDO Ventures, LeadBlock Partners e Jump Capital.
Il round fa seguito a quello del mese di marzo. Nel corso del quale Bitpanda aveva raccolto 170 milioni di dollari, raggiungendo una valutazione pari a 1,2 miliardi. Come riportato da Reuters, grazie ai risultati conseguiti in questa occasione, Bitpanda vede la sua quotazione più che triplicata. Il finanziamento sarà utilizzato al fine di rafforzare lo sviluppo dell’azienda e incrementare la tecnologia ed il piano di espansione internazionale.

bitpanda - Bitpanda raccoglie 263 milioni di finanziamenti

A proposito di Bitpanda

Quattro mesi fa, Bitpanda era balzata agli onori delle cronache per il conseguimento dello status di “unicorno”, avendo infranto quota un miliardo di dollari.
Nata nel 2014, su impulso di Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer, Bitpanda può attualmente fare conto su di un team composto da oltre 500 persone, provenienti da oltre 50 Paesi di ogni parte del globo. Suddivisi tra uffici e hub tecnologici posizionati a Vienna, Barcellona, Berlino, Cracovia, Londra, Madrid, Milano e Parigi.
In una nota emessa ad aprile, Bitpanda aveva già annunciato l’espansione dell’offerta di prodotti, in particolare introducendo azioni senza commissioni su cui poter investire nell’arco dell’intera giornata. Mentre due mesi più tardi ha varato Bitpanda While Label, con il preciso intento di intercettare il potenziale del mercato B2B, mettendo a disposizione la sua infrastruttura a vantaggio delle fintech e delle banche le quali siano intenzionate ad offrire servizi di trading per i propri utenti.

Bitpanda, cosa farà ora?

Gli analisti si stanno in queste ore interrogando su cosa potrebbe decidere ora di fare il management dell’exchange austriaco. Al momento, Bitpanda può fare leva su una utenza composta da oltre tre milioni di utenti, dislocati in otto Paesi dell’Unione Europea. Una base che si intende incrementare dando vita ad una strategia estremamente aggressiva nell’immediato futuro.
I suoi utenti possono contare su una proposta estremamente flessibile. La possibilità di scelta comprende infatti non solo criptovalute, ma anche metalli preziosi, azioni frazionarie e altri prodotti. I quali possono essere trattati con un investimento minimo di un dollaro. Caratteristiche le quali hanno permesso all’azienda di diventare un vero e proprio fenomeno nel settore fintech.

Bitpanda sulle orme di Coinbase?

Il modello di riferimento cui guardano gli addetti ai lavori, in relazione alle decisioni future di Bitpanda, è quello di Coinbase. Un vero e proprio fenomeno, considerato come al suo debutto, avvenuto nel mese di aprile, la sua capitalizzazione abbia raggiunto i 112 miliardi di dollari. Bitpanda non può vantare per ora lo stesso appeal, ma il CEO dell’exchange austriaco, Eric Demuth, non ha mancato di sottolineare come l’azienda sia redditizia ormai da un quinquennio.
Un dato di fatto che sarà sicuramente stato notato dagli investitori, in particolare quelli alla ricerca di buone occasioni. Se al momento l’exchange non sembra intenzionato a diventare pubblico, proprio quanto accaduto con Coinbase potrebbe spingere i vertici ad una riflessione. Non resta quindi che attendere nuovi sviluppi, per capire quale potrà essere la direzione intrapresa.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button