News Blockchain

Blockchain contro il blocco delle attività didattiche

Blockchain protocole - Blockchain contro il blocco delle attività didattiche

Tra le tante vittime del coronavirus c’è anche il mondo della scuola. Al fine di evitare pericolosi contatti e i sovraffollamenti in spazi ristretti che sono una caratteristica delle nostre strutture, il governo ha infatti deciso per il blocco delle attività. Una decisione che però potrebbe impedire agli studenti di terminare regolarmente la fase di apprendimento, con danni di larga portata sul loro futuro.
Per impedire il blocco totale della didattica, si è perciò iniziato a guardare alle soluzioni messe a disposizione dalla tecnologia. A partire dalla videoconferenza, con Google in prima linea in tal senso. La casa di Mountain View, che si era già mossa con largo anticipo proponendo Google Meet ai docenti, ha infatti deciso di rendere gratuita la sua app in concomitanza con l’espandersi del Covid 19. Sino a luglio, quindi, l’utilizzo del suo programma per le videoconferenze non comporterà alcun costo.

Le soluzioni contro il blocco totale

In Italia le lezioni potrebbero riaprire il prossimo 3 aprile. Almeno questo era l’intento originario del governo. Ad ora, però, sembra molto complicato pensare che ciò accada realmente e, di conseguenza, ci si guarda intorno per cercare di capire come ovviare nel caso opposto.
La soluzione individuata è naturalmente quella delle lezioni online. Resa possibile da una serie di soluzioni proposte dalle aziende che fanno leva sulla blockchain.
A partire da Odem, una società svizzera che ormai da tempo ha deciso di operare nel settore dell’istruzione. Proprio Odem, infatti, propone un sistema di certificazione privo di costi, già pronto per essere utilizzata da studenti e insegnanti in attesa di una riapertura scolastica. La soluzione prevede corsi online al termine del quale viene rilasciato un certificato. A registrare l’apprendimento delle nozioni e i progressi compiuti dagli studenti sarà proprio la piattaforma della società elvetica, che potrà essere integrata con il learning management system (LMS) già esistente.

Le parole di Richard Maaghul

Naturalmente la mossa di Odem è tesa a guadagnare la posizione di vero e proprio punto di riferimento per il settore scolastico, a livello globale. A spiegare le intenzioni dell’azienda svizzera è stato Richard Maaghul, il suo amministratore delegato e fondatore, che si è detto felice di poter consentire agli studenti di ogni parte del mondo di poter portare a termine un percorso formativo indipendentemente dalla propria posizione fisica nei confronti della struttura frequentata.

Blockchain anche per i titoli di studio

Altra soluzione studiata per la scuola è poi quella di Ey, rivolta in questo caso soprattutto alla certificazione dell’iter formativo e alla registrazione dei progressi degli studenti tramite la didattica a distanza. La maggiore testimonianza in tal senso è rappresentata dal master di secondo livello della Luiss Business School, che si appoggia proprio su questo sistema. Mentre a Crotone si è deciso di sfruttare la blockchain di Ey per eliminare le difficoltà di informazione con altri enti, consentendo in particolare alle Università e alle aziende di verificare la veridicità del titolo di studio vantato da un qualsiasi candidato.
Possiamo quindi affermare che anche il settore educativo sembra ormai pronto ad un utilizzo intensivo della tecnologia, in modo da poter ovviare a strozzature e situazioni di emergenza, non solo quella rappresentata attualmente dal coronavirus.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button