News Crypto e cryptovalute

Christine Lagarde rilancia la polemica sulle criptovalute

Le parole della governatrice della BCE fanno discutere fans e avversari degli asset digitali

Secondo la governatrice della Banca Centrale Europea (BCE), Christine Lagarde, le criptovalute non sarebbero una vera valuta. La dichiarazione incriminata è stata rilasciata nel corso di una intervista rilasciata a Bloomberg. E, naturalmente, ha rilanciato ancora una volta la polemica tra sostenitori e detrattori del denaro digitale. La quale è ormai in atto da anni ed è destinata a rinfocolarsi proprio in considerazione degli interessi che sono in gioco. A partire da quelli del mondo finanziario tradizionale, il quale vede ancora come il fumo negli occhi un settore che si propone di sostituirlo o, quantomeno, limitarne lo strapotere.

Christine Lagarde - Christine Lagarde rilancia la polemica sulle criptovalute

Le parole di Christine Lagarde

Cosa ha detto precisamente il numero uno della BCE? Secondo la Lagarde le criptovalute sarebbero beni altamente speculativi, i quali rivendicano lo status di moneta, senza però essere tale. Aggiungendo che esse rappresentano un problema in termini di consumo energetico.
Rispetto ad altre dichiarazioni molto più polemiche, come quelle ad esempio utilizzate nel mondo politico statunitense, quelle della Lagarde sembrano in effetti parole non proprio positive, ma neanche eccessivamente malevole. Individuando in pratica due dei problemi che sono indicati da gran parte dell’opinione pubblica e dagli stessi addetti ai lavori, ovvero la volatilità di Bitcoin e Altcoin e la necessità di dare vita ad un nuovo modello energetico per la loro produzione e gestione.

La risposta di Anthony Pompliano alla Lagarde

Alle dichiarazioni della Lagarde ha però risposto a stretto giro di posta Anthony Pompliano. Da vero apostolo degli asset digitali “The Pomp” ha infatti attaccato la governatrice della BCE affermando l’assurdità delle sue parole. Dimostrata dal fatto che il settore vale attualmente 2mila miliardi di dollari. E che il Bitcoin è dal 7 settembre equiparato alla moneta a corso legale in un Paese come El Salvador.
Pompliano, poi, nella foga della polemica, non ha esitato a tirare una vera e propria scudisciata alla Lagarde. Additandola come colei che nel passato ha distrutto il valore d’acquisto di milioni di persone in ogni parte del globo. Evidente allusione alla presidenza del Fondo Monetario Internazionale (FMI), ovvero una parte integrante della ormai famigerata Trojka. E, di conseguenza, dovrebbe avere il buon senso di non parlare di speculazioni, limitandole peraltro alle criptovalute.

La polemica è presto salita d’intensità

La risposta di Anthony Pompliano ha subito dato il via ad un vero e proprio fuoco di sbarramento da parte dei criptofans. I quali non hanno esitato a sposarne la sua linea estremamente aggressiva. Ricordando in particolare alla Lagarde i suoi guai giudiziari, i quali dovrebbero indurla evidentemente alla prudenza, almeno con le parole. Mentre i più moderati si sono limitati ad affermare che non è certo lei a decidere cosa sia una moneta. Compito che dovrebbe essere lasciato agli investitori. E, paradossalmente, a quei mercati di cui appunto la Lagarde è accusata di essere una espressione, anche se negativa.

Per le criptovalute la strada in Europa si prospetta in salita

Alla fine della giostra, però, sembra abbastanza evidente come per gli asset digitali la strada in Europa si prospetti in salita. Le parole del numero uno della BCE, infatti, non sono proprio da trascurare. Andando in particolare a riflettere i convincimenti dell’establishment finanziario dei gruppi dominanti sul vecchio continente.
Va anche sottolineato come la stessa BCE abbia già iniziato a vagliare la possibilità di varare un euro digitale. Il quale, in ultima analisi, potrebbe rivelarsi l’arma ideale per tagliare la strada al Bitcoin e alle sue sorelle.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button