News Crypto e cryptovalute

CoinDesk, attenzione alle e-mail truffaldine

Ennesimo attacco hacker in atto

hacking - CoinDesk, attenzione alle e-mail truffaldine

L’offensiva degli hacker sembra non conoscere soste, come del resto la loro inventiva. Dopo aver destato grande clamore prendendo il controllo di centinaia di account Twitter relativi a personalità di grande spessore della politica, dell’economia e dello spettacolo (tra cui Joe Biden, Jeff Bezos, Bill Gates, Kanye West e Kim Kardashian), ora la criminalità informatica punta sulle e-mail di CoinDesk. Confidando con tutta evidenza sulla sua notevole reputazione agli occhi dei criptofans.

CoinDesk: cosa sta accadendo

E’ stato proprio il sito a rendere noto cosa sta accadendo. Denunciando che gli hacker utilizzerebbero false comunicazioni di posta elettronica aggiungendo un link dannoso nella parte superiore e modificando l’oggetto al fine di enfatizzare quel collegamento.
Per l’invio delle mail attingono probabilmente da un elenco di indirizzi e-mail attivi e probabilmente attirati dall’universo crittografico. Indirizzi i quali sono probabilmente acquisiti da broker che non rispettano la legislazione sulla privacy o dal Dark Web.
Si tratta chiaramente di uno schema di phishing, stavolta però, molto più raffinato di quelli consueti, in quanto dopo aver accennato ad una delle storie pubblicate sul sito si chiede all’utente di leggere l’intero articolo. Naturalmente cliccando sul link la truffa ha inizio.

I consigli di CoinDesk

La reazione di CoindDesk è stata naturalmente incentrata su due direzioni. Da un lato la denuncia agli organi competenti, dall’altro la pubblicizzazione dell’accaduto, per evitare che qualcuno possa cadere nella trappola.
Va comunque detto che questo genere di raggiro si fonda sull’ingenuità dei destinatari. Ormai da tempo, infatti, le società che si occupano di contrasto alla cyber-criminalità invitano gli utenti a mettere in campo comportamenti virtuosi.
In particolare non bisogna mai cliccare sui link contenuti all’interno di mail sospette. Un atto prudenziale il quale, però, viene troppo spesso disatteso. Con conseguenze disastrose per gli interessati.

Un vero e proprio salto di qualità

Va peraltro sottolineato come l’hacking sia negli ultimi mesi nel pieno di un vero e proprio salto di qualità. Se il phishing continua ad essere molto praticato, i pirati informatici stanno diversificando la propria attività in maniera sempre più insidiosa. Ad esempio utilizzando siti scam, wallpapers e file musicali. In particolare approfittano dei fatti di cronaca per veicolare il malware. Come hanno fatto ad esempio con i files musicali relativi ai pezzi da novanta della musica nel corso dell’ultimo Grammy Award. O coi wallpapers raffiguranti Kobe Bryant, l’ex asso dei Los Angels Lakers perito in una tragedia aerea. O, ancora, sfruttando la pandemia in atto, con siti che promettevano di dare notizie al proposito e i quali, invece, infettavano i terminali di utenti inconsapevoli di quanto stava avvenendo.

Le aziende sotto attacco

Ma, soprattutto, negli ultimi tempi sono le aziende a ritrovarsi sotto attacco da parte della pirateria informatica. Come dimostra il vero e proprio dilagare del ransomware, ovvero la richiesta di ricatto per sbloccare i files infettati.
Una strategia che sta provocando grandi danni e che non si è fermata neanche di fronte ad una questione etica come quella relativa agli attacchi contro le strutture ospedaliere. Sempre più spesso, infatti, gli hacker attaccano i sistemi informatici degli ospedali, ben sapendo che bloccandoli vengono messe a rischio vite umane.
Una considerazione che, a quanto sembra, non li dissuade dal portare avanti una condotta non solo illecita, ma anche estremamente pericolosa.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button