News Crypto e cryptovalute

Corea del Sud: sta studiando una nuova tassazione per le criptovalute

Corea del Sud - Corea del Sud: sta studiando una nuova tassazione per le criptovalute

La Corea del Sud sta per studiare una nuova tassa sulle criptovalute. Secondo quanto riportato dal quotidiano coreano Pulse, il governo sudcoreano desidererebbe modificare il modo con il quale attualmente sono classificati i guadagni che derivano dal trading sulle criptovalute. 

Attualmente questi sono sotto la classificazione delle plusvalenze, mentre l’ipotesi allo studio è quella di classificarli sotto la voce “altri redditi”, la stessa impiegata per la vincita alla lotteria o di premi d’altro genere, che nella Corea del Sud presentano una tassazione del 20%. 

Il dipartimento del Ministero dell’Economia e delle Finanze che gestiscono le imposte sui redditi e che vigila anche sulla tassazione da lavoro e da rendite, sta rivedendo la fiscalità dei profitti che derivano dalla transazione di beni di tipo virtuale, un cambiamento che porta proprio a pensare che ci sarà una nuova tassazione sui proventi provenienti dalle criptovalute. 

Inoltre, un funzionario del governo durante una dichiarazione ha rivelato che: Il Ministero delle Finanze sta decidendo di finalizzare la sua direzione, ma certamente è probabile che il risultato di negoziazione degli asset virtuali possa essere determinata sotto la voce altri redditi, invece che sotto la voce: cessione di capitali, che è quella utilizzata anche per le proprietà immobiliari. 

Non solo, l’autorità fiscale del Paese ha scelto d’iniziare a considerare anche i profitti che sono incassati dagli stranieri come altri redditi, per quanto riguarda il trading sulle criptovalute, riscuotendo dei dazi direttamente dagli exchange di criptovalute. La misura, sembrerebbe in procinto di diventare comunque effettiva in poco tempo.

Quando il cambio di categorizzazione delle tasse verrà approvato, la modifica sul regime fiscale e sui profitti provenienti dal trading di criptovalute entrerà in poco tempo in vigore in Corea del Sud. 

La Corea del Sud è tra i paesi al mondo che presenta i volumi di scambio pro-capite maggiori in criptovalute, per questo sta pensando a questa nuova tassazione. 

Non è improbabile, inoltre, che una volta che entra in vigore tale misura anche altri paesi potrebbero seguire l’esempio della Sud Corea. Sono molti, i Paesi in cui la tassazione dei profitti sul trading delle criptovalute a oggi viene applicata considerando questi come plusvalenze di cessione di capitali, e se la misura coreana potrebbe essere di successo è probabile che s’inizi a pensare d’adottarla anche in altre parti del mondo.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button