News Crypto e cryptovalute

Cripto mining e Schema Ponzi: 3 truffatori in manette per $ 722 milioni

Tre uomini sono stati arrestati dopo essere stati accusati di gestire un pool di criptovalute.

Ieri, le autorità del New Jersey hanno arrestato tre uomini accusati di truffa di criptovaluta chiamata BitClub Network, che ha frodato gli investitori per circa $ 722 milioni.

Cripto mining e Schema Ponzi: 3 truffatori in manette

La notizia è stata diffusa dall’avvocato americano Craig Carpenito in un comunicato stampa ufficiale dell’Ufficio del procuratore degli Stati Uniti nel distretto del New Jersey.

Come riportato da Bloomberg, Matthew Brent Goettsche, 37 anni, di Lafayette, Colorado e Jobadiah Sinclair Weeks, 38 anni, di Arvada, Colorado, sono entrambi accusati di cospirazione per aver commesso una frode via cavo.

Un terzo cospiratore, Joseph Frank Abel, 49 anni, di Camarillo, in California, è stato accusato insieme a Goettsche e Weeks di una cospirazione per offrire e vendere titoli non registrati.

I tre uomini furono arrestati in Colorado, Florida e California, mentre altri due cospiratori non ancora identificati coinvolti nella truffa non si trovano da nessuna parte.

BitClub Network si è pubblicizzato come pool di mining di Bitcoin in cerca di investitori interessati al mining di criptovaluta.

La società ha dichiarato di utilizzare i fondi ricevuti dagli investitori per acquistare hardware di mining e pagare le spese di energia necessaria per estrarre criptovaluta, oltre a riconoscere i profitti degli investitori.

Tuttavia, le autorità hanno scoperto che l’intera piattaforma funzionava come uno “schema Ponzi ad alta tecnologia“, che prometteva e pubblicizzava “falsi” ritorni sugli investimenti e fondamentalmente utilizzava i fondi raccolti dai nuovi investitori per pagare i clienti precedenti e già acquisiti.

Il comunicato stampa afferma inoltre che BitClub Network ha gestito questa truffa dall’aprile 2014 fino al corrente mese di dicembre 2019.

Secondo quanto riferito dai media Goettsche ha descritto gli investitori usando parole come “stupido”, “pecora” e “idioti”.

In un’e-mail di settembre 2017, Goettsche ha diretto un complotto per ridurre i guadagni derivanti dal mining.

Oltre alla truffa, il comunicato stampa afferma anche che i truffatori hanno cospirato anche per vendere azioni della rete BitClub, che non sono state registrate presso la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti.

In effetti, non era vero, erano tutte menzogne.

In particolare, si dice che sia Abel che Weeks abbiano creato diversi video promozionali e descritto la piattaforma come “la società più trasparente nella storia del mondo“, aggiungendo che era “troppo grande per fallire”.

I pubblici ministeri hanno specificato che la cospirazione per commettere una frode via cavo prevede un periodo massimo di 20 anni di reclusione con una multa fino a $ 250.000.

Il secondo addebito per la vendita di titoli azionari non registrati comporta un’ammenda ulteriore pari a $ 250.000, con un periodo di reclusione massimo di 5 anni.

Ciò significa che i cospiratori arrestati potrebbero pagare fino a $ 500.000 ciascuno e passare fino a 25 anni di prigione.

 

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Jacqueline Facconti

Laureata in Economia Aziendale e in Strategia, Management & Controllo con 110 e Lode presso l’Università di Pisa, redattrice e collaboratrice editoriale per vari blog e siti Economici e Business

Post simili

Back to top button