News Crypto e cryptovalute

Digitalbits nuovo sponsor della Roma?

L'ipotesi è circolata dopo la conferenza stampa di Josè Mourinho

La prima conferenza stampa di Josè Mourinho in veste di nuovo allenatore della Associazione Sportiva Roma, la più nota squadra capitolina di calcio, è stata seguita con grande attenzione dagli appassionati. Un vero e proprio evento mediatico, il quale non poteva non far gola da un punto di vista pubblicitario.
E, infatti, la conferenza è stata griffata da una serie di aziende. Due già note, non solo agli sportivi, ovvero New Balance e Hyundai, più una che è suonata alla stregua di una vera e propria sorpresa. Stiamo parlando di Digitalbits, società operante nel campo della blockchain e che controlla la criptovaluta denominata con il codice XDB. Una società la quale ha voluto in questo modo far risaltare la sua presenza in un evento di grande portata.

AS Roma - Digitalbits nuovo sponsor della Roma?

Digitalbits e AS Roma: è solo l’inizio?

La comparsa in bella evidenza del logo di Digitalbits nel corso della prima conferenza stampa romana di Mourinho ha rappresentato una notevole sorpresa. L’accordo preso con l’AS Roma è stato per ora di carattere assolutamente transitorio, ovvero limitato a questo particolare evento. L’azienda sapeva che di esso si sarebbe parlato molto, in molte parti del globo, e ha colto al volo l’occasione.
Subito dopo la prima sorpresa, però, in molti si sono mossi per cercare di capire se la collaborazione tra le due aziende potrebbe avere un seguito. Anche perché la Roma è alla ricerca di nuovi accordi commerciali e, in particolare, di un nuovo main sponsor. Il quale dovrebbe andare a sostituire sul fronte della maglia Qatar Airways, ormai giunto al suo ultimo anno di sponsorizzazione. Altra ipotesi che ha iniziato a circolare nell’ambiente è invece legata alla possibile sostituzione di Iqoniq. Ovvero il marchio che appare attualmente sulla manica della divisa da gioco dei giallorossi.

Per la Roma non è una novità

Per il team capitolino, il rapporto con il mondo degli asset digitali non rappresenta comunque una novità. La Roma, infatti, ha già dato vita a una collaborazione con Socios, per il lancio di un fan token, ASR. All’interno della quale erano previste iniziative di largo respiro tese a coinvolgere sempre di più i tifosi nella vita sociale. Grazie ad ASR i suoi possessori, ad esempio, hanno potuto avere voce nella scelta del nome di uno dei campi da gioco presenti all’interno del centro sportivo di Trigoria.
Per le aziende dello spazio crypto, dall’altro canto, intrattenere rapporti con una squadra come la Roma rappresenta un vantaggio di non poco conto, considerata la massa di tifosi vantata dal club. E, soprattutto, la loro ricettività per quanto riguarda le iniziative commerciali.

Calcio e criptovalute

Il settore crittografico ha ormai preso atto delle possibilità collegate all’intrattenimento di rapporti con il mondo del calcio. Che è ancora oggi lo sport più seguito in assoluto a livello globale e il quale assicura una cassa di risonanza eccellente.
Proprio per questo sono sempre di più le iniziative che vedono collaborare aziende dei due settori. Assicurando a quelle crittografiche una platea vastissima e a quelle calcistiche una nuova fonte di introiti. Tanto più necessari in un momento in cui il calcio è messo in crisi dalla chiusura degli stadi conseguente alla pandemia di Covid. In pratica i soldi delle società crypto consentono di tappare almeno in parte il buco aperto dall’impossibilità di vendere biglietti per le gare.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button