News Crypto e cryptovalute

Dogecoin, lo sport ama il meme coin

Sono sempre di più le star che salgono a bordo del DOGE train

Dogecoin vanta una peculiarità di non poco conto, rispetto ad altre criptovalute magari più considerate, ovvero un seguito entusiasta. La comunità del meme coin ispirato ad un cane Shiba Inu sin dall’inizio ha dimostrato di essere estremamente reattiva e pronta a muoversi all’unisono per far sentire il proprio appoggio al team di sviluppo del token. Una comunità in cui spiccano non solo un adepto di vecchia data come Elon Musk, il fondatore e CEO di Tesla, ma anche molti VIP che hanno scoperto Dogecoin solo ultimamente. Come ad esempio il bassista dei Kiss, Gene Simmons, o Mia Khalifa.
In questo sempre più variegato e folto drappello, spicca però il mondo dello sport. Il quale continua a evidenziare un notevole gradimento verso un progetto sempre più alla moda.

Dogecoin - Dogecoin, lo sport ama il meme coin

Sport e Dogecoin, un binomio sempre più stretto

E’ notizia di pochi giorni fa l’inclusione di Dogecoin all’interno dei metodi di pagamento dei Dallas Mavericks, franchigia texana della National Basket Association (NBA) in cui milita lo sloveno Luka Doncic, uno dei giocatori più forti del globo. Una decisione spiegata da Mark Cuban, il miliardario proprietario del team, con il fatto che il token rappresenta ormai un fenomeno di costume.
I Mavericks rappresentano però solo l’ultima conquista di Dogecoin nel variegato mondo dello sport internazionale. Basti pensare in tal senso ai Vegas Golden Knight della NHL, la più famosa lega di hockey su ghiaccio, primi nella loro divisione, i quali proprio il recente 3 marzo hanno twittato in maniera estremamente chiara: “Doge Coin”.
Si tratta in pratica degli ultimi arrivati in un drappello sempre più vasto. Già da tempo, infatti, il meme coin si era fatto notare, per alcune iniziative le quali ne hanno rafforzato la fama nel mondo sportivo, quando ancora la creazione di Jackson Palmer e Billy Markus non era arrivata alla fama attuale.

I precedenti: la Giamaica di bob a due

Già in altre occasioni, infatti, Dogecoin e mondo dello sport avevano visto intersecarsi le rispettive traiettorie. Ad esempio nel 2014, quando la squadra giamaicana di bob a due aveva reso noti i problemi relativi alla mancanza di fondi in grado di permetterle la partecipazione alle Olimpiadi invernali. Quando il pilota del team, Winston Watts, aveva chiesto aiuti finanziari, proprio la comunità di Dogecoin aveva risposto in maniera entusiastica. A partire dalla Dogecoin Foundation, un ente di beneficenza nel frattempo scomparso. La quale aveva donato 30mila dollari in token, permettendo alla Giamaica di partecipare alle Olimpiadi invernali e di chiudere felicemente al 27° e penultimo posto della graduatoria.

Dogecoin e la NASCAR

Anche il mondo dell’automobilismo ha visto protagonista Dogecoin. In particolare i fans del meme coin si sono fatti notare per il finanziamento in favore di John Wise, un pilota del circuito NASCAR (National Association for Stock Car Auto Racing), pari a 55mila dollari in asset digitali. La sua auto, Dogecoin Digital Currency/Reddit.com, ha partecipato ad alcune gare, anche in questo caso senza particolari esiti, prima di sparire dalla circolazione.
Sarà però presto rimpiazzata da quella pilotata da Stefan Parsons, il quale porterà le insegne di DOGE nel corso dell’Alsco Uniforms 300 di Las Vegas. Auto che, ironia della sorte, appartiene a Sean Taylor, CEO della società di sospensioni per auto Springrates. Ovvero al figlio del proprietario della vettura guidata da Wise nel 2014. Il quale neanche sapeva della circostanza.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button