News Crypto e cryptovalute

Dogecoin vola di nuovo dopo il tweet di Elon Musk

Il token ha intrapreso una corsa che sembra inarrestabile

L’attesa per il nuovo pump and dump di Elon Musk nei confronti di Dogecoin è terminata. Come ampiamente prevedibile, il CEO di Tesla ha infatti deciso di affidare a Twitter un nuovo messaggio sull’adorato meme coin ispirato ad un cane di razza Shiba Inu. E come era altrettanto scontato, DOGE ha nuovamente preso l’ascensore involandosi verso quota 0,26 dollari.
Una vera e propria corsa senza freni che ne ha portato la capitalizzazione di mercato a sfiorare i 34 miliardi di dollari, per effetto dei quali è ora all’ottavo posto nella classifica di CoinMarketCap. Resta a questo punto da capire dove potrà arrivare nell’immediato futuro, soprattutto se il miliardario di origini sudafricane continuerà a twittare a suo sostegno.

dogecoin - Dogecoin vola di nuovo dopo il tweet di Elon Musk

Dogecoin: cos’è accaduto

Il tweet incriminato è arrivato nella tarda serata di mercoledì. Sotto forma di un’opera d’arte in cui era ritratto un cane che abbaiava alla luna, corredato da una semplice scritta: “Doge Barking at the moon”.
Se il cane è appunto lo Shiba Inu di Dogecoin, per luna si intende ovviamente un prezzo in rapido aumento. A questo punto è stato facile per i tanti sostenitori del token fare uno più uno e concludere che era il caso di acquistare. Con una rapida impennata del prezzo, che nell’arco delle ultime 24 ore è cresciuto del 98,83%. Portando la crescita settimanale oltre il 325%.

Dove potrebbe arrivare Dogecoin?

Per capire ciò che sta accadendo, basta un semplice dato. Chi ha investito 1 dollaro in Dogecoin nel corso dell’ultimo anno, oggi si ritroverebbe con un valore più che centuplicato. Una crescita del tutto clamorosa, in cui proprio Elon Musk sta giocando un ruolo essenziale.
Se, infatti, la comunità che si è radunata nel corso del tempo intorno al meme coin è caratterizzata da una passione prossima al fanatismo, Elon Musk ha assunto la funzione di catalizzatore del sentimento verso il token. Per capire il concetto basta in effetti un semplice dato, quello rilevato da uno studio del Blockchain Research Lab. Il quale ha certificato come un tweet pubblicato nel mese di dicembre abbia contribuito a far aumentare il prezzo dell’8% in appena cinque minuti.

Un vero e proprio fenomeno di costume

Ormai, Dogecoin rappresenta un vero e proprio fenomeno di costume. Come è accaduto negli anni passati per Bitcoin, tanti ne parlano senza neanche sapere cosa sia, sentendosi obbligati a farlo.
Un fenomeno tale da far inorridire i suoi creatori, Billy Markus e Jackson Palmer. I quali hanno del resto abbandonato la nave da lungo tempo, dichiarando tutto il loro stupore per quello che sta accadendo ad un progetto che era nato alla stregua di uno scherzo, ovvero con intenti satirici nei confronti delle criptovalute.

Il DOGE Train acquista passeggeri

Elon Musk, dal canto suo, può essere ormai considerato alla stregua di un primus inter pares, alla luce del vero e proprio Doge Train che si è andato formando nel corso degli ultimi mesi.
Un trenino sul quale l’ultimo arrivo può essere considerato Mark Cuban. Il miliardario e proprietario dei Dallas Mavericks, una delle franchigie più note della National Basketball Association (NBA), ha infatti dichiarato pochi giorni fa che il team texano ha visto crescere nel corso dell’ultimo mese le transazioni in DOGE relative a biglietteria e merchandising. Aggiungendo di non avere alcuna intenzione di tramutare i token incassati, con l’evidente intento di sfruttarne la continua crescita. Che si preannuncia copiosa.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button