News Crypto e cryptovalute

E-Krona: il futuro della valuta digitale della Banca Nazionale Svedese

Corona svedese - E-Krona: il futuro della valuta digitale della Banca Nazionale Svedese

La Banca Nazionale della Svezia sta iniziando a pensare all’avvio di un nuovo progetto per sviluppare una criptovaluta che prende il nome di e-krona, che permetterà l’implementazione di una corona svedese digitale.

La nuova E-Krona dovrebbe essere la criptovaluta dello Stato che verrà immessa nel mercato dalla Banca Centrale. Uno strumento alternativo e sicuro per il mercato digitale, un metodo di pagamento che fornisca denaro digitale e varie modalità per il pagamento.

Tale moneta, quando e se sarà disponibile per i cittadini della Svezia, andrà a ridurre il rischio al fine di indebolire la valuta nazionale che è dovuto a monete private concorrenti, ed e-krona potrà mantenere in modo intatto la salvaguardia dell’integrità dei dati che sono relativi alle transizioni.

Così la Riskbank ha parlato di questa nuova iniziativa affermando che: le valute digitali sono un credito nei confronti d’un player privato, in contrapposizione al denaro tradizionale che si presenta come credito per lo Stato. Una e-krona potrebbe offrire al pubblico un accesso diretto e continuo alle varie risorse monetarie da parte della Banca Centrale, come è stato fatto per il denaro tradizionale, in forma digitale. 

L’implementazione e sviluppo del nuovo progetto e-krona dovrà essere testato. Per questo motivo la Banca Nazionale Svedese si è accordata con il governo al fine d’intraprendere una collaborazione con la società Accenture per l’installazione di una piattaforma idonea per molteplici test, con il fine di rendere questo strumento digitale facile e sicuro.

La nuova criptovaluta per essere impiegata dev’essere inserita all’interno d’un portafoglio digitale mediante un’applicazione e si potranno così effettuare diverse operazioni quali pagamenti, trasferimenti di denaro e depositi. L’applicazione deve poter essere poi installata su un qualunque dispositivo digitale per aiutare l’utente a condurre delle transazioni nell’immediato. 

La collaborazione di Accenture permetterà di portare allo scadere del 2021 ma è suscettibile ad una proroga per altri 7 anni. Come rilevato dalle relazione scritta dalla Riskbank, i test che vengono eseguiti in un ambiente definito “rete e-krona” che consta in totale 2 fasi. Nella prima la Riskbank elargisce e-krona ai partecipanti della rete, che sono intesi come filiali della banca. Nelle seconda fase, le filiali potranno distribuire la moneta agli utenti finali, anch’essi devono essere partecipanti alla rete. 

Come funzionerà la valuta digitale e-krona?

Gli utenti che vorranno utilizzare e-krona dovranno accreditare le loro riserve all’interno di una filiale bancaria. Solo così si potrà ottenere e-krona e poi si potranno ottenere gli addebiti rispettivi. Tutto questo avverrà attraverso un sistema RIX, con una modalità attuale di pagamento centrale attraverso la Riskbank in cui vengono gestiti i vari trasferimenti tra i conti delle varie banche. 

Il commerciante e il consumatore possono così controllare e gestire rispettivamente il loro portafoglio digitale, semplicemente, installando un’applicazione su un dispositivo mobile e anche nei registratori di cassa. Dopo l’attivazione del wallet digitale, l’utente potrà usare e-krona per fare e ricevere pagamenti, transizioni dal suo conto bancario direttamente al suo portafoglio.

L’ingresso dei nuovi utenti nella rete potrebbe essere gestito ed abilitato solo dalla Riskbank e di solito il riscatto e la fornitura di e-krona avverrà attraverso il RIX.

I partecipanti che hanno avuto accesso alla rete di e-krona vedranno le transazioni registrate mediante la nuova tecnologia Corda DLT dell’azienda R3, piattaforma sulla quale si basa la rete. 

I pagamenti poi verranno successivamente mediati da degli agenti del settore pubblico, il rimborso, l’emissione e il regolamento di e-krona sarà di esclusivo controllo da parte della Banca Nazionale Svedese. Per rendere tutto questo progetto realizzabile, la Riskbank deve effettuare in modo costante delle valutazioni idonee tenendo conto delle questioni che riguardano nel suo insieme tutta la società.

Tags

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close