News Bitcoin

El Salvador: ora si punta su una Bitcoin City

Le iniziative di Bukele fanno però discutere molto, non solo all'interno del Paese

Dopo l’adozione legale di BTC, ora El Salvador punta alla costruzione di una vera e propria Bitcoin City. Anche questa iniziativa, però, sta destando non pochi dubbi. Il presidente Nayib Bukele, infatti, ha annunciato  l’intenzione di finanziarla tramite l’emissione di un Bitcoin Bond da un miliardo di dollari con scadenza decennale, su Liquid Network. La metà del denaro raccolto in tal modo sarà utilizzato per acquistare token, mentre il resto andrà appunto ad agevolare la costruzione di una città lungo il Golfo di Fonseca, nella regione di La Union, nei pressi di un vulcano. A coadiuvare il governo in questa operazione saranno Blockstream e iFinex, la società di Adam Back che supporta Bitfinex e Tether (USDT).

La nuova Bitcoin City di Nayib Bukele: di cosa si tratta?

La nuova città tecnologica vaticinata da Bukele, avrà una forma circolare, la stessa che caratterizzava quelle fondate da Alessandro Magno. Al suo interno è prevista anche la presenza di un aeroporto, di aree residenziali e commerciali e di una piazza centrale la quale dovrebbe assumere le stesse sembianze di BTC.
Naturalmente non mancheranno le ironie sulla volontà di Bukele di proporsi alla stregua di un nuovo Alessandro Magno. Il presidente è in effetti molto criticato all’interno del Paese per le sue tendenze chiaramente autoritarie. Le critiche sono giunte in particolare dopo la controversa Bitcoin Law da lui voluta. Un provvedimento il quale impone l’accettazione di denaro virtuale nelle transazioni, nonostante le rassicurazioni di Bukele sul suo carattere volontaristico. Le opposizioni hanno perciò avuto gioco abbastanza facile nello stigmatizzare una legge che ha destato grandi preoccupazioni negli strati popolari.

I Bitcoin Bonds classificati come spazzatura

Alle critiche riscosse in patria, Bukele deve poi sommare i giudizi estremamente negativi piovuti sulle sue iniziative in tema di criptovaluta. Se il corso legale di BTC all’interno di El Salvador aveva destato forti critiche da parte del Fondo Monetario Internazionale, i Bitcoin Bonds sono a loro volta andati incontro ad una sonora bocciatura da parte di molti analisti.
Basti pensare che alcuni di loro, a partire da Marc Ostwald, capo economista e stratega globale presso ADM Investor Services International (ADMISI), indicano in queste obbligazioni un vero e proprio azzardo. Un giudizio derivante dal fatto che El Salvador si trova già in una situazione debitoria di grande difficoltà. Nella quale le decisioni di Bukele sono andate addirittura a incidere in negativo. A sostenere questa tesi è in particolare l’agenzia di rating Moody’s.

Il declassamento di Moody’s

Nel mese di luglio, poco dopo l’approvazione della Bitcoin Law, Moody’s ha deciso di declassare i bonds salvadoregni da B3 a Caa1, ovvero il livello che indica le obbligazioni a livello di spazzatura.
Nelle motivazioni che hanno infine spinto l’agenzia a prendere questa decisione, è stata riportata anche l’adozione del corso legale di Bitcoin. Un provvedimento il quale è stato interpretato come il segnale di una debole capacità di governo sulla politica monetaria.
Il giudizio di Moody’s potrebbe peraltro rivelarsi la classica punta dell’iceberg. Molte altre agenzie e partner internazionali sono infatti già sul piede di guerra sui Bitcoin Bonds. Come ricordato da Charlie Morris, CIO di ByteTree Asset Management, l’emissione di obbligazioni legate a BTC potrebbe isolare ulteriormente El Salvador.
Mentre Marc Chandler, chief market strategist di Bannockburn Global Forex, ha a sua volta affermato che l’ulteriore rischio prospettato dalle nuove obbligazioni potrebbe spingere un gran numero di investitori, sia al dettaglio che istituzionali, ad optare per soluzioni meno rischiose.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button