News Crypto e cryptovalute

Ethereum, Adam Back si scaglia contro la creazione di Vitalik Buterin

Il CEO di Blockstream procede senza freni nel suo attacco

Quando si pensa alla comunità dei criptofans, si compie l’errore di considerarlo un blocco coeso, dedito esclusivamente a coltivare l’affermazione dell’intero settore. Un errore di non poco conto alla luce dei fatti, con una serie di divisioni spesso molto forti. Come dimostra l’affondo, abbastanza clamoroso in effetti, di Adam Back contro Ethereum, Cardano e Stellar.

eth 2.0 luglio 2020 - Ethereum, Adam Back si scaglia contro la creazione di Vitalik Buterin

Le parole di Adam Back

Adam Back è il CEO di Blockstream, oltre che una delle figure di rilievo nell’ambito crittografico mondiale. Indicato da alcuni come il vero Satoshi Nakamoto, le sue uscite sono spesso oggetto di attenta analisi.
Come è accaduto per l’ultima in ordine cronologico, affidata a Twitter, in cui il noto informatico britannico ha affermato: “Bitconnect, Charles Ponzi, Ethereum, Onecoin, Cardano, Ripple, Bernie Madoff, Stellar, Dan Larmer. Mi sembrano tutti sullo stesso livello.”
Se si pensa al ruolo di Charles Ponzi e Bernie Madoff nell’immaginario collettivo, si può facilmente comprendere come si tratti di parole molto gravi. Destinate, come si può facilmente immaginare, a suscitare una reazione da parte degli interessati.

Ethereum, Cardano e Stellar sono una truffa?

Anche la similitudine con Bitconnect e OneCoin, del resto, fa capire dove voglia andare a parare Adam Beck. Si tratta in effetti di due delle tante truffe che hanno funestato il mondo cripto negli ultimi anni, andando a colpire milioni di ingenui investitori, sottraendo loro miliardi di dollari.
Affermazioni che sono poi state reiterate nel corso di una intervista rilasciata dal CEO di Blockstream alla giornalista Layah Heilpern. Alla domanda se ritenga Ethereum una truffa oppure un importante ecosistema per le applicazioni decentralizzate, Back non ha esitato a rincarare la dose: “Beh, il 70% delle monete sono pre-mined: c’è bisogno di dire altro? Qual è la truffa più grande, Ripple o Ethereum?”

La guerra di Adam Back contro Ethereum

Va peraltro sottolineato come ormai tra Adam Back e Ethereum sia guerra aperta. Già in passato, infatti, il primo si era scagliato contro la creatura di Vitalik Butherin. Ad esempio nel novembre dello scorso anno, quando aveva comparato Ethereum alla start-up fraudolenta Theranos, nota per aver pubblicizzato il varo di un rivoluzionario macchinario per le analisi del sangue.
Una ostilità, quella di Back, derivante in particolare dal suo palese appoggio a Bitcoin. Un appoggio talmente smaccato da aver indotto più di un osservatore ad ipotizzare che sia proprio lui il mitico inventore della regina delle criptovalute.

Intanto Ethereum continua a crescere

Se Buterin ha risposto alle parole di Back definendole alla stregua di “stantia propaganda”, va però sottolineato come Ethereum prosegua il suo periodo di grande fulgore. L’annuncio della seconda fase della sua vita, con l’adozione dell’algoritmo Proof of Stake, ha infatti destato grande entusiasmo nella comunità dei fans. Oltre ad un notevole interesse da parte della comunità finanziaria. La quotazione di ETH è quasi raddoppiata dall’inizio dell’anno e promette di continuare la sua ascesa.
Un trend del resto facilitato dalle grandi attese evocate dalla DeFi e il quale potrebbe accorciare le distanze da Bitcoin. Tanto da spingere molti a vaticinare l’ormai imminente scontro tra le due star del settore.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button