News Crypto e cryptovalute

Ethereum, l’hard fork Berlin si terrà a metà aprile

La notizia è stata confermata sul blog aziendale

Berlin, il tanto atteso hard fork sulla blockchain di Ethereum, si terrà a metà del prossimo mese di aprile. A confermarlo è stato il responsabile del supporto del protocollo del progetto Tim Beiko, in un post che è stato pubblicato sul blog dell’azienda.
L’aggiornamento dovrebbe essere attivato sulla mainnet al blocco 12.244.000, il quale dovrebbe cadere il 14 aprile. Poiché i tempi della produzione effettiva dei blocchi possono variare, la tempistica esatta potrebbe infine mutare, anche se non in maniera significativa.

Ethereum - Ethereum, l’hard fork Berlin si terrà a metà aprile

Berlin: perché è così atteso?

Perché l’aggiornamento Berlin è così atteso dalla community e dagli osservatori? Il motivo è da ricercare soprattutto nel fatto che si propone alcuni obiettivi estremamente importanti, per la successiva crescita della rete.
In particolare, l’hard fork ha lo scopo di aiutarla andando ad ottimizzare l’utilizzo delle tariffe del gas e mitigando i sempre possibili attacchi Denial of Service (DoS).
Prima di essere attivato sulla mainnet, l’aggiornamento sarà attivo per la prima volta su testnet-Ropsten il 10 marzo, seguito da Goerli e Rinkeby rispettivamente il 17 e il 24 marzo. Nella bozza delle specifiche relative all’aggiornamento, pubblicata nel mese di gennaio, erano contenuti cinque EIP, ma soltanto quattro di essi sono stati effettivamente chiamati a far parte della versione finale.

L’aggiornamento era stato previsto originariamente per l’estate 2020

Va sottolineato come a far montare l’attesa per Berlin sia stato il ritardo nella sua attuazione rispetto alla road map originaria. La quale prevedeva in effetti l’aggiornamento nei mesi estivi del 2020. Il quale non è potuto andare a buon fine a causa dei problemi di centralizzazione derivanti dalla “dipendenza critica” dal client Geth.
Berlin è un aggiornamento dell’attuale blockchain proof-of-work di Ethereum 1.0 e arriva dopo gli aggiornamenti Istanbul e Muir Glacier, implementati rispettivamente a dicembre del 2019 e a gennaio del 2020. Sarà seguito da un altro aggiornamento, Londra, il quale dovrebbe avere luogo nel luglio dell’anno in corso.
Siamo comunque ancora nel campo del meccanismo di consenso proof-of-work (PoW), il quale sarà poi sostituito da quello proof-of-stake (PoS). Un evento atteso alla stregua di una vera e propria pietra miliare dai sostenitori di Ethereum.

Ethereum è obbligato a muoversi dall’attivismo della concorrenza

Il gruppo di lavoro di Ethereum, è praticamente obbligato a muoversi e a cercare continue migliorie del suo ecosistema. A consigliarlo in tal senso è proprio il grande attivismo messo in evidenza da alcuni dei progetti concorrenti. In particolare da Cardano, la criptovaluta dei professori che ormai da mesi sta crescendo non solo in termini di capitalizzazione di mercato, ma anche di reputazione. Tanto da essere ormai indicato come il principale candidato al ruolo di Ethereum Killer. Ovvero del progetto il quale potrebbe andare a ricoprire il ruolo attualmente occupato dalla creazione di Vitalik Buterin, nell’ambito della finanza decentralizzata.
Una crescita la quale è a sua volta fondata sul continuo lavoro teso a rendere sempre più performante ADA. Anche in questo caso facendo leva sul meccanismo di consenso proof-of-stake, il quale si sta rivelando la vera e propria chiave di volta per l’affermazione in quel settore DeFi il quale è a sua volta nel pieno di una crescita impetuosa. Di cui potrebbe approfittare proprio il progetto il quale riuscirà a convincere la comunità degli appassionati e gli investitori sulla sua effettiva bontà da un punto di vista squisitamente tecnico.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button