News Crypto e cryptovalute

Ethereum si avvia verso l’anonimato delle transazioni?

ethereum - Ethereum si avvia verso l’anonimato delle transazioni?

Il recente primo giorno di aprile, Vitalik Buterin aveva espresso pubblicamente l’auspicio che Ethereum si avviasse verso un livello sempre più elevato di privacy per le proprie transazioni. Un auspicio il quale sembra già aver trovato una risposta da parte del gruppo di lavoro che lo affianca nello sviluppo del sistema.

Sta per arrivare Umbra

La risposta messa in campo dagli sviluppatori ha un nome che costituisce in effetti programma: Umbra. Si tratterebbe di un semplice insieme di standard associati a contratti intelligenti i quali riescono a mettere in atto indirizzi invisibili, almeno sulla carta.
In pratica, grazie a Umbra può avere luogo il trasferimento quasi anonimo di Ethereum, o di qualsiasi token ERC-20, a qualsiasi indirizzo del destinatario, senza che ne sia svelata l’identità. Lungo tutto l’arco dell’operazione, intanto, i dettagli della transazione rimangono intatti e trasparenti, come qualsiasi altro trasferimento sulla rete Ethereum.
Per rendere possibile tutto ciò, il mittente utilizza a sua volta una chiave pubblica associata a un nuovo indirizzo generato dal destinatario tramite Ethereum Name Service (ENS). Sarà Umbra ad incaricarsi di crittografare i dati utilizzati con il preciso fine di generare l’indirizzo e annunciare il trasferimento per mezzo di un contratto intelligente, ovvero l’esecuzione del codice sulla blockchain di Ethereum.

Il pagamento con Gas

Per quanto riguarda il pagamento delle commissioni associate alla transazione in fase di esecuzione, l’altro aspetto da considerare è proprio il modo in cui esse vadano finanziate. Il processo prevede infatti l’utilizzo di una valuta separata chiamata Gas, e Umbra permette ai destinatari di pagarle utilizzando all’uopo i token che sono stati ricevuti.
Lo scambio automatico con Gas avviene utilizzando la rete di stazioni di servizio e lo scambio decentralizzato Uniswap, evitando in tal modo la necessità di finanziare anticipatamente gli indirizzi invisibili.

Le prossime mosse

Ora gli sviluppatori di Umbra stanno lavorando per appianare le possibili difficoltà che potrebbero conseguire alla sua operatività sul sistema di Ethereum. Proprio da parte loro è già arrivato un invito alla pazienza, motivato del resto dalla grande delicatezza del lavoro portato avanti.
Un lavoro che andrà di pari passo con l’integrazione del meccanismo di consenso Proof of Stake, di cui ormai si vocifera da tempo e che sarebbe ormai entrato nella fase che prelude al suo debutto. Ethereum 2.0 rappresenta al momento per il settore delle criptovalute ciò che nei mesi precedenti era stato il dimezzamento delle ricompense spettanti ai miners di Bitcoin.

In arrivo una nuova fase di intensa crescita?

Se nelle ultime settimane si era diffuso un certo scetticismo per quello che sembrava un ritardo nei lavori, proprio le notizie relative a Umbra sembrano invece indicare una fase di prova molto intensa.
Il tutto con il preciso fine di dare vita ad un restyling di Ethereum praticamente inattaccabile e il quale, secondo molti analisti, potrebbe permettergli di dare vita ad una nuova fase di sviluppo tale da renderne ancora più solida la posizione sui mercati.
La curiosità è in effetti sempre molto alta e sono sempre di più coloro che sono pronti a garantire su un futuro sempre più radioso per la creatura di Vitalik Buterin.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button