News Crypto e cryptovalute

Filecoin raggiunge 1 exabyte per lo spazio destinato all’archiviazione

Si tratta di un dato assolutamente inatteso

Filecoin ha raggiunto 1 exabyte in termini di spazio destinato all’archiviazione di dati. Ad annunciarlo è stato Juan Benet, fondatore e CEO dell’azienda, nel corso di una intervista rilasciata a Decrypt.
Per capire meglio il dato, occorre a questo punto ricordare che Twitter nel corso di un anno produce circa 4,3 petabyte all’anno, ovvero 0,0043 exabyte. E che secondo la società di dati Zeenea nel corso del mese di marzo 2019 Netflix aveva archiviato 60 petabyte di film e programmi TV, in pratica il 6% della capacità attuale di Filecoin.

filecoin - Filecoin raggiunge 1 exabyte per lo spazio destinato all’archiviazione

Per Filecoin un dato clamoroso

E’ stato lo stesso Benet a ricordare che quando è stato lanciato il progetto Filecoin, nell’ottobre di quest’anno, in molti prevedessero un risultato neanche lontanamente paragonabile a quello sin qui ottenuto. Affermando che già raggiungere una decina di petabyte sarebbe stato da considerare un ottimo risultato.
L’exabyte raggiunto, una unità di misura che non è neanche immaginabile da chi è abituato a ragionare in termini di byte disponibili sul proprio smartphone, fa capire come Filecoin rappresenti già ora una realtà, più che un progetto futuribile.

Cos’è Filecoin

Filecoin si propone alla stregua di un Dropbox centralizzato, nel quale i minatori sono chiamati a guadagnare token, i FIL, procedendo all’affitto dello spazio rimasto inutilizzato sui propri personal computer per archiviare dati. Quelli archiviati sono protetti grazie all’utilizzo della crittografia per poi essere distribuiti in blocchi.
Il progetto ha fatto subito registrare un notevole interesse. Testimoniato dagli oltre 200 milioni di dollari di finanziamenti i quali sono stati collezionati nel corso della Initial Coin Offering (ICO) che si è svolta nel corso del 2017. Una fiducia la quale, stando almeno a quanto sta accadendo, sembra essere stata ben riposta.

Le polemiche dei miners

Se quanto ricordato da Benet suona alla stregua di un risultato estremamente lusinghiero per il progetto Filecoin, va però ricordato come all’orizzonte permanga una nuvola di non poco conto. Quella rappresentata dal malumore di molti miners, in particolare quelli di stanza in Cina.
I quali hanno esternato tutta la propria contrarietà al sistema di ricompensa che è stato prospettato da Protocol Labs, il gruppo di lavoro preposto allo sviluppo di Filecoin. Il quale prevede la fornitura di una  garanzia iniziale da parte dei minatori.
Il problema è da ravvisare in particolare nelle dimensioni assunte da questa garanzia, la quale sarebbe il corrispondente di 20 giorni di ricompensa per blocco. Cui occorre aggiungere la possibilità di raccogliere appena il 30% dei token spettanti per lo spazio messo a disposizione. Mentre il rimanente verrebbe poi ad essere distribuito nel corso del semestre successivo.
E, ancora, Filecoin prevede un meccanismo sanzionatorio a carico di chi dovesse commettere errori tecnici o dovesse rivelarsi non in grado di certificare il proprio impegno di archiviazione.

Proteste che sembrano giustificate

E’ chiaro come un sistema di questo genere possa essere sopportato soltanto da coloro che hanno realtà finanziarie importanti alle spalle, tagliando fuori tutti gli altri. Ovvero addirittura l’80% dei miners, secondo un documento che è stato redatto proprio da Protocol Labs.
Resta quindi da vedere come potrebbe evolvere la situazione. In caso il fossato creatosi tra le parti non dovesse essere colmato, si potrebbe arrivare ad un hard fork. A promuoverlo sarebbe Weiping Han, numero uno di MIX Group, supportato da un altro peso massimo come Jun Du, il co-fondatore di Huobi e fondatore di Node Capital.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button