News Exchange

Fuga di ETH da Gemini, segnale rialzista per Ethereum?

I dati sulla blockchain mostrano che circa 800.000 ETH sono usciti dai portafogli del crypto exchange Gemini, per un segnale che potrebbe rivelarsi rialzista per Ethereum.

Come sottolineato da un analista in un post di CryptoQuant, infatti, la riserva di Ethereum è crollata ai minimi dal 2018. Quando il valore di questa metrica scende, significa che il numero di monete sugli exchange sta diminuendo. Una tendenza di questo tipo, se prolungata, può essere un segno di accumulo da parte degli investitori, e quindi può essere rialzista per il prezzo della criptovaluta.

Ciò premesso, è anche vero che un aumento della riserva implica che gli utenti stanno depositando le loro monete. Poiché gli investitori di solito si trasferiscono sugli exchange per vendere, questo tipo di tendenza può avere conseguenze ribassiste per l’ETH.

Insomma, ancora una volta l’occasione ci è utile per ricordare che non si deve mai investire in una criptovaluta per la sola comparsa di un indicatore, ma che occorra valutare tale indicatore in sinergia con altre metriche.

Ricordato quanto sopra, non possiamo non sottolineare come Gemini sia un exchange noto per essere utilizzato dalle balene. In passato, i trasferimenti da e verso l’exchange hanno solitamente avuto un impatto notevole sul mercato. Pertanto, un numero così elevato di monete in uscita dalla borsa può significare che le prospettive a breve termine di Ethereum potrebbero essere rialziste.

Attualmente il prezzo di Ethereum oscilla intorno a 1,6k dollari, con un aumento del 13% negli ultimi sette giorni. Nell’ultimo mese, la criptovaluta ha guadagnato il 45% del valore.

 

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Roberto Rais

Grande esperto di criptovalute e nostro collaboratore già da diverso tempo. Segue attivamente come Editori diversi Blog specialistici del settore criptovalute

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button