News Crypto e cryptovalute

Gli investimenti degli Indiani nel settore delle criptovalute sono in aumento

criptovalute india - Gli investimenti degli Indiani nel settore delle criptovalute sono in aumento

Gli investimenti degli indiani nel settore delle criptovalute. Infatti, da quando è arrivata la dichiarazione che il ban delle valute digitali è incostituzionale si sono riattivati gli investimenti nel settore.

In effetti, risulta esserci da diverso tempo un certo interesse da parte di coloro che vivono in India per questo nuovo asset d’investimento, ma le limitazioni che erano imposte dalla Banca Centrale e dal Governo hanno sempre limitato molto i sistemi d’investimento effettivi.

Non bisogna stupirsi, dunque, del fatto che dopo l’eliminazione del ban, in India gli investitori si stanno sentendo liberi di effettuare l’acquisto di criptovalute e stanno iniziando a farlo in modo concreto.

A dire la verità, sul LocalBitcoins, i volumi attuali sono decisamente inferiori rispetto a quelli registrati verso la metà dello scorso anno, ma il confronto non si può fare. In quanto, a ottobre si sono ridotti molto gli investimenti su questa a causa delle nuove norme introdotte dalla piattaforma.  

Per quanto riguarda la situazione successiva all’eliminazione del ban, forse è ancora un po’ presto per dirlo, perché i LocalBitcoin vengono aggiornati solo alla fine della settimana e l’ultimo dato è quello relativo proprio alla settimana del 7 marzo ossia solo 3 giorni dopo che il ban è stato dichiarato ufficialmente anticostituzionale. 

Il discorso cambia invece per Paxful, dove, già la settimana del 7 marzo si è registrato il record massimo per questa settimana, un valore che potrebbe essere presto battuto.

Bisogna dire però che Paxful ha dei volumi in aumento, anche in altre zone del mondo, tanto che il record massimo complessivo di sempre si era visto il 29 febbraio. 

Secondo Google Trends, un dato molto chiaro mostra come il 4 marzo ci sia stato un vero e proprio boom delle ricerche. Ad esempio, la parola Bitcoin in India ha visto un vero e proprio boom di ricerche a partire dal 4 marzo.

Un’altra conferma dell’aumento di interesse nelle criptovalute arriva dall’exchange di Kraken che ha ammesso una crescita in India che ora sta spingendo molto per la promozione del paese.

Anche Binance risulta attiva nel Paese, dove di recente ha acquisito anche un nuovo exchange di crypto locale la Wazirx. Ed è proprio il CEO di Warzix, Nischal Shetty che ha dichiarato: con oltre 1 miliardo di abitanti oggi il mercato indiano è un vero gigante. Sono fiducioso che questo giudizio avrà un impatto al quanto positivo sull’ecosistema crittografico globale. 

Questo porterà a più startup nel campo delle criptovalute in India, e potranno nascere in poco tempo centinaia di startup. Con investimenti che potrebbero migliorare il paese.

Altre aziende, hanno fatto sapere che stanno investendo proprio nello sviluppo delle criptovalute in India per il quale s’ipotizza una crescita significativa nel corso dei mesi a venire. 

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button