News Bitcoin

Goldman Sachs segnala la crescente domanda di Bitcoin da parte dei suoi clienti

Le mosse del gigante bancario sugli asset digitali

John Waldron, Chief Operating Officer (COO) di Goldman Sachs, ha dichiarato che un numero sempre crescente di clienti del gigante dei servizi finanziari sta chiedendo di poter investire in Bitcoin e possederli direttamente.
Una domanda sempre più pressante la quale, sinora, non ha trovato però sbocco all’interno dell’azienda. La quale, a sua volta, si sta interrogando sul modo migliore di soddisfarla, senza provocare però frizioni di alcun genere con le autorità di controllo dei mercati finanziari. Una preoccupazione abbastanza comprensibile alla luce di quanto accaduto ultimamente nel settore dell’innovazione finanziaria.

Bitcoin 1 - Goldman Sachs segnala la crescente domanda di Bitcoin da parte dei suoi clienti

Goldman Sachs sta discutendo con gli enti regolatori

Lo stesso Waldron, nel corso di una intervista rilasciata all’agenzia Reuters, ha poi aggiunto che Goldman Sachs si trova attualmente impegnata in una serie di colloqui con gli enti regolatori del mercato finanziario. Con il preciso intento di capire i margini di manovra nel caso di transazioni riguardanti asset digitali. Comportamento che si spiega soprattutto alla luce di quanto accaduto di recente a Ripple Labs.
La stessa Reuters ha poi affermato che il colosso bancario starebbe vagliando la possibilità di dare vita ad un ETF (Exchange Traded Fund) rivolto al Bitcoin, oltre ad aver richiesto informazioni relative ad un servizio di custodia per le criptovalute. E ancora, come riportato dalla stessa Reuters, Goldman Sachs avrebbe ripristinato il suo trading desk di Bitcoin, aperto nel 2018 quando la creazione di Satoshi Nakamoto aveva iniziato uno dei suoi caratteristici rally.

Secondo Waldron, l’utilizzo di criptovalute è destinato ad esplodere

Le mosse di Goldman Sachs sembrano andare in una ben precisa direzione. Ovvero l’apertura sempre più forte verso Bitcoin e asset virtuali. I quali, secondo Waldron, sono ormai alle porte di una vera e propria esplosione. Alla quale ha contribuito in particolare il diffondersi del Covid a livello planetario.
Le nuove esigenze sanitarie indotte dal coronavirus, infatti, hanno costretto molte persone a cercare soluzioni alternative per i pagamenti. Soprattutto quando il contante è stato indicato come possibile veicolo di contagio. Una preoccupazione che si è saldata con la curiosità sempre più forte verso un metodo di gestione del proprio patrimonio il quale permette, nelle intenzioni dello spazio crittografico, di andare incontro a miliardi di persone le quali, in ogni parte del globo, sono impossibilitate ad usufruire di strumenti come un semplice conto bancario.

L’interesse verso BTC è sempre più forte

La decisione presa da Goldman Sachs arriva a confermare quello che ormai rappresenta un vero e proprio trend. Ovvero la sempre più forte attenzione di imprese e finanza tradizionale verso le criptovalute e, in particolare, nei confronti del Bitcoin. Il quale è visto come una possibile alternativa in un momento in cui molti governi stanno inondando l’economia di denaro, nel tentativo di fornire stimoli in un momento reso critico dall’imperversare del Covid. Aiuti i quali, però, potrebbero comportare una ripresa dell’inflazione.
Un quadro in cui proprio il Bitcoin potrebbe permettere a molte aziende di diversificare il proprio portafogli. Come dimostra non solo il caso di Tesla, che pure ha destato una notevole impressione. Sono in effetti molte le aziende di rilievo le quali stanno investendo cifre notevoli in BTC. Ravvisandovi una opportunità di investimento in un momento in cui le riserve di denaro liquido presenti nelle proprie casse sono avvertite alla stregua di un rischio. Superiore anche alla ben nota volatilità degli asset digitali.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button