Maggio 26, 2020
Home » Halving Bitcoin, quali effetti sulle commissioni di rete
Bitcoin

Halving Bitcoin, quali effetti sulle commissioni di rete

Come presumibile, l’halving su Bitcoin ha prodotto alcuni effetti “tecnici”, sulla rete, piuttosto che di quotazione delle criptovalute.

Come ricordava News BTC in un suo focus odierno, infatti, le commissioni di transazione sulla rete di Bitcoin sono aumentate di oltre il 1.300% dall’inizio dell’anno, con l’halving che ha dunque spinto l’importo necessario per eseguire una transazione fino a 5,1 dollari in data 11 maggio, il giorno di rilevazione di tale studio. Tuttavia, nonostante l’enorme aumento delle commissioni, molti hanno sottolineato che Bitcoin è ancora molto più veloce e meno costoso dei tradizionali bonifici bancari e dell’uso di alcuni servizi di pagamento elettronico come PayPal.

Non sfugge, però, che la rete Bitcoin abbia comunque registrato un significativo aumento delle commissioni medie di transazione, con i dati dei Bitinfocharts che mostrano il raggiungimento di un nuovo massimo di 11 mesi la scorsa settimana. Il 14 maggio, la commissione media di transazione sulla rete è aumentata di oltre il 55% in un solo giorno, raggiungendo i 5,1 dollari. Mentre il prezzo per l’invio di una singola transazione Bitcoin è sceso rapidamente a 3,45 dollari il 16 maggio, l’ultima tariffa media risulta essere pari a circa 4 dollari.

Tuttavia, il fatto che le commissioni medie di transazione raggiungano un massimo da 11 mesi a questa parte non sembra aver dissuaso la comunità criptovalutaria dall’utilizzare Bitcoin.  Mati Greenspan, il fondatore di Quantum Economics ed ex capo analista di eToro, ha ad esempio sottolineato che il costo medio per inviare Bitcoin è ancora molto più economico di un bonifico bancario.

Le commissioni Bitcoin continueranno a rimanere inferiori a quelle delle banche per la maggior parte dei trasferimenti, poiché il Bitcoin costa una commissione forfettaria per qualsiasi dimensione di transazione, a differenza di banche o servizi come PayPal che spesso prendono una percentuale variabile. Per esempio, un trasferimento di 10.000 dollari con PayPal costerebbe almeno 390 dollari mentre lo stesso trasferimento di valore attraverso Bitcoin costerà comunque 4 dollari.

Storicamente, le commissioni di transazione Bitcoin sono aumentate ogni volta che la rete ha visto un lungo periodo di utilizzo. Con più traffico da gestire, le transazioni con la tariffa più alta hanno la maggiore possibilità di essere incluse nel primo blocco disponibile. E più i mittenti concorrono per far elaborare e liquidare le loro transazioni, più sono disposti a pagare.

Lascia un commento