News Crypto e cryptovalute

Il 59% delle imprese USA accetta pagamenti in criptovalute

bitcoin token - Il 59% delle imprese USA accetta pagamenti in criptovalute

Un sondaggio commissionato dall’assicuratore Hartford Steam Boiler (HSB) apre scenari estremamente promettenti per le criptovalute. In base ai dati del sondaggio, condotto da Zogby Analitics, infatti, circa un terzo delle PMI degli Stati Uniti accetta ora le monete virtuali come forma di pagamento valida. Lo studio, inoltre, ha rilevato che il 36% delle piccole e medie imprese è favorevole alle criptovalute, e che il 59% di queste imprese aveva già utilizzato asset digitali in precedenza.
Si tratta in effetti di un risultato abbastanza sorprendente, considerato lo scetticismo che il mondo della finanza ha riservato per anni alle criptovalute. Con tutta evidenza l’economia reale è molto più pronta e ricettiva di fronte all’innovazione. In particolare sono le nuove imprese ad aprirsi ai pagamenti digitali e questo non suona sorprendente, considerato che a gestirle sono i più giovani.

Maggiori opportunità, ma anche più rischi

Nel commentare i dati del sondaggio, il Vicepresidente di HSB, Timothy Zeilman, ha affermato che le criptovalute trovano un così pronunciato gradimento da parte delle aziende proprio per le opportunità che sono in grado di offrire, in particolare sotto forma di pagamenti più rapidi ed economici. Allo stesso tempo ha ricordato che come in tutti i campi ove scorre denaro occorre far attenzione alle frodi. Essere oggetto di una truffa da parte di una piccola impresa, appena aperta, può rivelarsi esiziale. Occorre quindi predisporre al meglio i propri sistemi per evitare cyber-attacchi sempre più frequenti e per farlo, sempre secondo Zilman, la cosa migliore è impadronirsi della tecnologia su cui si basano gli asset digitali.

Le conferme del sondaggio

I dati di questo sondaggio vanno a mixarsi con quelli di un’altra indagine statistica, quella che è stata condotta da Harris Insights e dalla startup Crypto Gem. In questo caso il campione consultato riguarda i cittadini statunitensi e ha rivelato che la metà di loro è propensa ad acquistare Bitcoin. Si tratta di un forte aumento di fiducia nei confronti delle monete digitali, che conferma come l’adozione di massa delle stesse non sia più un sogno (o un incubo, ad esempio per le istituzioni politiche e finanziarie), ma una prospettiva reale. Un dato che del resto non riguarda solo gli Stati Uniti, ma anche altre parti del mondo. Basterebbe ricordare in effetti il recente annuncio dato in Francia e relativo alla decisione di molti attori della grande distribuzione transalpina di accettare Bitcoin nei pagamenti che avvengono all’interno dei propri punti vendita.

Riserva di valore e bene rifugio

Oltre che strumento sempre più accettato nelle transazioni online, il Bitcoin (e anche altre criptovalute considerate realmente affidabili) è ormai considerato alla stregua di un bene rifugio, come dimostra la crescita della sua quotazione nel corso della recente crisi tra Stati Uniti e Iran.
Inoltre sono sempre di più i cittadini di Paesi assillati da livelli inflattivi troppo alti, ad esempio l’Argentina o il Venezuela, che si rivolgono a BTC per impedire che i soldi degli stipendi e delle pensioni appena riscossi vengono mangiati con troppa rapidità dall’aumento del costo della vita.
Una serie di fattori che, saldandosi, rende sempre più favorevole l’atmosfera intorno agli asset digitali. Tanto da spingere anche i governi a mutare l’approccio verso le monete virtuali, sino a mettere in campo le CBDC (Central Bank Digital Currency), ovvero le criptovalute di Stato. Non farlo aprirebbe la strada alla tanto temuta decentralizzazione predicata dai fautori degli asset digitali.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button