News Crypto e cryptovalute

Il rebranding di Facebook in Meta si riflette con forza sul mercato crittografico

MANA raddoppia il suo valore dopo la decisione di Mark Zuckerberg, ma non solo

L’annuncio del rebranding di Facebook in Meta, si è avvertito con grande forza sul mercato delle criptovalute, in particolare sui token del metaverso. Ove MANA, il token chiamato ad alimentare il videogioco basato sul browser Decentraland, una sorta di ibrido tra Minecraft e Second Life, ha praticamente raddoppiato il suo prezzo. Imitato da SAND, il token nativo per The Sandbox, un metaverso guidato dalla comunità in cui gli utenti possono creare i propri mondi di gioco NFT, che ha visto crescere la sua quotazione del 35%. E, ancora, è da registrare anche la crescita del 20% messa a segno da Metaverse Index, un fondo indicizzato tokenizzato il quale tiene traccia del prezzo dei migliori token del metaverse, che ha portato al 50% quella registrata nel corso dell’ultima settimana, secondo i dati presi da Zerion. Nelle ultime ore i prezzi hanno subito un ritracciamento, ma l’impressione è che la tendenza non sia terminata.

mark zuckerberg facebook - Il rebranding di Facebook in Meta si riflette con forza sul mercato crittografico

Facebook diventa Meta

L’ annuncio del mutamento di nome da parte di Facebook in Meta, avvenuto nella giornata di giovedì ha spinto molti a chiedersi cosa sia metaverso. Occorre infatti chiarire che non si tratta di un’invenzione del social, anche se da ora rischia di essere ad esso ascritto. Per metaverso si intende una nuova versione di Internet, in cui le superfici bidimensionali che caratterizzano attualmente il web sono state sostituite dagli ambienti tipici della realtà virtuale 3D.
Nella versione immaginata e proposta da Facebook si presenterà alla stregua di un luogo in cui sarà possibile l’interazione sociale. E, naturalmente, il commercio ad essa collegato. Gli ambienti virtuali, in effetti, potranno proporre sale riunioni o negozi, ove svolgere giochi, ascoltare musica o effettuare acquisti online.

Il ruolo sempre più importante delle valute digitali nel metaverso

La comunità crittografica ha già da aperto la strada a risorse digitali fungibili e non fungibili procedendo al loro inserimento in contesti open world 3D come Decentraland e The Sandbox. Proprio questo atteggiamento induce a pensare che le criptovalute siano destinate a giocare un ruolo importante nel metaverso, già nell’immediato futuro.
Il settore, generalmente, guarda ad esso come un collettivo di protocolli online tutti interoperabili. In cui la blockchain è chiamata a fungere da tecnologia di base in grado di renderne possibili gli sviluppi. Tanto da spingere alcuni ad affermare che il tentativo di Facebook di creare il metaverso senza alcun collegamento con altre esperienze analoghe sia in contrasto con la visione originaria.
Allo stesso tempo, John Carmack, il CTO del braccio hardware VR di Facebook Oculus, ha voluto chiarire in un video pubblicato su YouTube che l’incorporazione della crittografia nel metaverso del sociale sarà con ogni probabilità estremamente limitata.

Nel frattempo il mercato crittografico scommette sul metaverso

I movimenti che hanno riguardato i token collegati al metaverso, fanno però capire come gli investitori siano già stati allertati su quello che potrebbe accadere ora. E come abbiano già scommesso in grande stile sul metaverso, non appena è arrivato l’annuncio di Facebook.
A questo punto, anzi, si può dire che per molti di loro è del tutto irrilevante che Meta abbracci le criptovalute e in quale modo. Il metaverso è ora sulla bocca di tutti, alla stregua di una vera e propria campagna promozionale a costo zero. Sul modello dei tweet di Elon Musk a sostegno di Dogecoin i quali hanno permesso al meme coin di trasformarsi in un fenomeno di costume. La stessa cosa potrebbe succedere ora con il metaverso e le criptovalute ad esso collegate. Il boom di MANA, SAND e Metaverse Index sta appunto a dimostrarlo.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button