News Blockchain

In Afghanistan si utilizzerà la blockchain contro i farmaci contraffatti

Blockchain protocole - In Afghanistan si utilizzerà la blockchain contro i farmaci contraffatti

Quello dei farmaci contraffatti è un problema sempre più rilevante. Basti pensare al caso africano, in particolare ai Paesi a basso o medio reddito, ove almeno il 10% dei medicinali viene regolarmente contraffatto o falsificato. Con gravi rischi per la salute, tanto da far dichiarare agli esperti che il ricorso ai farmaci rappresenta ormai una sorta di roulette russa.
Mentre secondo gli studi della Scuola di igiene e medicina tropicale di Londra non meno di 158mila morti all’anno nei paesi subsahariani sono da attribuire a farmaci fittizi, in particolare gli antimalarici.

In Afghanistan si utilizzerà la blockchain

Per cercare di porre un argine a protezione della salute pubblica, il ministero della sanità dell’Afghanistan e diverse aziende farmaceutiche locali useranno la blockchain di Fantom per combattere i farmaci contraffatti.
La notizia è stata rilasciata dall’azienda il 6 luglio, precisando che la blockchain di Opera sarà utilizzata con il preciso fine di tracciare 80.000 unità di quattro diversi prodotti farmaceutici in Afghanistan. Una volta che sarà stato eseguito questo progetto pilota, il sistema sarà adeguato in maniera tale da andare a coprire anche altri prodotti entro la fine dell’anno.

Cosa accade in Afghanistan

Anche il Paese asiatico è alle prese coi problemi derivanti dalla contraffazione dei farmaci. Sempre Fantom, infatti, ha dichiarato che le forze dell’ordine locali hanno dato vita al sequestro di 100 tonnellate di medicinali contraffatti, obsoleti o scadenti nel corso del solo 2017.
Proprio per questo motivo è stato deciso di tracciare i prodotti sulla catena, in modo da arrivare a creare una filiera immutabile in grado di assicurare che i farmaci non siano oggetto di manomissione nel percorso verso la destinazione naturale.

Come avverrà il processo

I medicinali tracciati saranno dotati di un’etichetta di spedizione la quale sarà scansionata in ogni fase del processo di distribuzione. In ognuna delle tappe la scansione dell’etichetta comporterà la creazione di un hash contenente il nome del prodotto, il numero di lotto, la data di scadenza e altri dettagli, i quali verranno non solo marcati, ma anche salvati sulla blockchain.
Inoltre sarà anche creato un sistema di gestione delle cartelle cliniche ospedaliere basato su blockchain, su incarico del ministero della salute. In questo caso Fantom collaborerà con le aziende farmaceutiche Bliss GVS, Royal Star e Nabros Pharma.

La contraffazione dei farmaci: un affare sempre più grosso

Per capire l’importanza del progetto afghano, occorre fare riferimento ad una serie di dati indicati nei rapporti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Dai quali si apprende come i farmaci contraffatti abbiano dato vita ad un traffico impetuoso di prodotti il quale ha anche portato al varo di un vero e proprio mercato parallelo.
I prodotti contraffatti provengono soprattutto da Cina e India, oltre che dalla Turchia e dagli Emirati Arabi Uniti. Le bancarelle dei mercati locali sono pieni di prodotti di questo genere, ma a stupire è il fatto che anche le farmacia autorizzate si possono trovare tra le scorte medicinali di questo genere, senza esserne a conoscenza, in alcuni casi, o collaborando alla frode negli altri. Un mercato che va assumendo dimensioni sempre più grandi, tanto da attirare le attenzioni di grandi gruppi criminali, sempre alla ricerca di occasioni di lucro apparentemente meno pericolose, per sé stessi, naturalmente.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close