News Crypto e cryptovalute

IOTA continua il suo intenso lavoro per la fase 2.0

La rimozione del Coordinator sembra ormai prossima

IOTA sta proseguendo a gran ritmo nel lavoro di avanzamento verso la sua fase 2.0, la quale prevede in particolare l’adozione di Coordicide al posto del Coordinator. Un evento molto atteso dalla comunità dei fans che segue uno dei progetti più originali del mondo crittografico. Ovvero quello che intende fare del token lo strumento privilegiato per le transazioni le quali riguardano l’Internet of Things (IoT).

IOTA - IOTA continua il suo intenso lavoro per la fase 2.0

IOTA: la comunicazione di Jakub Chech

A dare comunicazione di quanto sta accadendo, è stato Jakub Chech, direttore tecnico del team di sviluppo. Che lo ha fatto in un post pubblicato il recente 19 novembre. Nel quale è appunto stato reso noto come il progetto stia rapidamente avanzando, grazie al successo delle tappe che erano state messe in cantiere. Ovvero di Butterfly Ch e Butterfly Ry, con la sostituzione di un nuovo wallet a quello già esistente e noto con il nome di Trinity.

IOTA, l’aggiornamento di agosto

Gli sviluppi comunicati da Chech fanno seguito a quelli che erano già andati a buon fine nel corso dell’estate, quando era stato comunicato il successo di Chrysalis (v1.5).
In quella occasione la blockchain di IOTA aveva aumentato il throughput della rete a 1000 transazioni al secondo, una crescita la quale, in base alle indiscrezioni emerse, avrebbe comportato un aumento della velocità della rete di 50 volte rispetto alla versione precedente e una riduzione del tempo di conferma della transazione a dieci secondi. Livelli che però, secondo gli sviluppatori, non corrisponderebbero a quelli effettivamente registrati. I quali sarebbero in realtà molto più alti.

Coordinator: di cosa si tratta

Tutto il lavoro in cantiere, è dovuto all’intento di rimuovere il Coordinator, un server centralizzato gestito dal gruppo di sviluppo di IOTA, cui è stato affidato il compito di dare vita a punti di controllo nella cronologia delle transazioni.
Il quale presenta però una problematica di non poco conto, rendendo impossibile la reale centralizzazione del sistema creato.
Un lavoro il quale è stato imperniato su tre fasi successive, di cui la prima ha avuto inizio a giugno e la seconda è ancora in atto, mentre la terza dovrebbe iniziare in corrispondenza del nuovo anno. I partecipanti alla fase di test hanno in pratica il compito di rilevare la presenza di eventuali bug di sistema e altri potenziali punti deboli nella rete.

Cos’è il Coordicide

Coordicide è il progetto che si propone come obiettivo finale la rimozione del coordinatore presente in IOTA 1.0, in modo da rivoluzionare la tecnologia DLT. Nel farlo va ad affrontare il cosiddetto “trilemma della scalabilità”, ovvero cerca di garantire la realizzazione delle tre caratteristiche necessarie per dare vita ad un sistema realmente DLT: scalabilità, sicurezza e decentralizzazione.
Al progetto partecipa anche lo Spritz Security and Privacy Research Group dell’Università di Padova con il suo “Validating the Security and Efficiency of the IOTA 2.0 Consensus Protocol”.
Diretto e coordinato dal professor Mauro Conti, il fondatore dello Spritz, tale progetto intende dare luogo ad una revisione indipendente del progetto Coordicide di IOTA. In particolare riponendo il massimo di attenzione alla definizione di un sistema di reputazione in grado di risultare non solo efficiente, ma anche sicuro. Un processo nel quale i membri del gruppo di accademici patavini porteranno le competenze sviluppate nella crittografia e la loro conoscenza delle tematiche connesse agli attacchi di rete.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button