News Crypto e cryptovalute

Jamie Dimon invita ad evitare le criptovalute

Il CEO di JPMorgan Chase è stato ascoltato al Congresso

Jamie Dimon, CEO di JPMorgan Chase, è tornato a parlare di criptovalute. In particolare consigliando di evitare gli investimenti in asset digitali.
Un messaggio il quale, però, è destinato a suscitare nuove polemiche. Il numero uno della banca d’affari statunitense, infatti, già nel passato aveva ripetutamente affrontato il discorso relativo al denaro digitale. Con posizioni talmente ondivaghe da aver spinto più di un osservatore a chiedersi se nel suo caso non si potesse considerare l’ipotesi di reati come l’aggiotaggio o la turbativa di mercato. Come potrebbe del resto accadere anche stavolta.

Jamie Dimon - Jamie Dimon invita ad evitare le criptovalute

Le parole di Jamie Dimon al Congresso

Le dichiarazioni di Jamie Dimon, sono arrivate nel corso di una audizione al Congresso davanti alla Commissione per i servizi finanziari della Camera, proprio sul tema della criptovaluta. Il CEO della più grande banca statunitense ha affermato da un lato di sconsigliare ai cittadini di investire in Bitcoin e Altcoin, riconoscendo però dall’altro l’intenzione di continuare ad offrirli alla propria clientela. Slegando cioè il suo atteggiamento morale dalle conseguenze pratiche e dalla politica dell’istituto da lui guidato.
Dimon ha però voluto chiarire di non essere contrario alla blockchain e alle stablecoin. Aggiungendo, ancora, che secondo lui sarebbe importante arrivare ad una regolamentazione più rigida del settore.

Perché le dichiarazioni di Dimon sono destinate a far discutere?

Le parole espresse da Jamie Dimon sembrano destinate a rinfocolare la polemica sul suo rapporto con le criptovalute. Il motivo è da ricercare proprio nel controverso rapporto tra il numero uno di JPMorgan Chase e il denaro digitale, in particolare con il Bitcoin. Nel 2017, infatti, Dimon non ebbe alcuna remora a definire la creazione di Satoshi Nakamoto alla stregua di una vera e propria truffa. Affermando inoltre che avrebbe licenziato qualsiasi operatore della sua banca sorpreso a trafficarci.
Dopo qualche mese, però, iniziarono a trapelare notizie relative ad investimenti della banca proprio in Bitcoin. Indiscrezioni che spinsero più di un addetto ai lavori a chiedersi se non si fosse di fronte a flagranti reati, in particolare l’aggiotaggio. Le autorità finanziarie non sono mai intervenute su questi fatti, come del resto hanno lasciato correre i comportamenti sin troppo disinvolti di Elon Musk. Ma il problema rappresentato da questo genere di interventi permane. Come del resto dimostra quanto accaduto sui mercati dopo le parole del CEO di Tesla sulla dannosità ecologica di Bitcoin.

Il controverso rapporto della finanza tradizionale con le criptovalute

La questione rappresentata da Jamie Dimon (e da Elon Musk) non è propriamente di carattere accademico. Trattandosi di un settore caratterizzato da eccezionale instabilità, quello delle criptovalute è estremamente sensibile a dichiarazioni e comportamenti esplicitati da rappresentanti della finanza tradizionale. Lo dimostra in effetti Elon Musk, coi suoi ripetuti tweet di sostegno a Dogecoin. I quali sono ormai paragonati al pump and dump, ovvero al sostegno di massa dei redditors, a partire da quelli di WallStreetBeats, a determinati asset, in modo da gonfiarne la quotazione.
In tal modo, però, lo spazio crittografico rischia di assomigliare sempre di più ad una vera e propria bisca. All’interno della quale, come al solito, a rischiare di lasciarci le penne sono i piccoli investitori. E una regolamentazione del settore, come indicato da Dimon, potrebbe in effetti aiutarlo a normalizzarsi. A patto, però, che i comportamenti non appropriati inizino ad essere sanciti come meritano.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button