News Exchange

Kraken sulle orme di Coinbase

Lo ha ammesso Jesse Powell nel corso di un'intervista a Fox Business

Se in molti si chiedevano quali sarebbero state le prossime aziende dello spazio crypto a seguire Coinbase in borsa, la risposta è arrivata a stretto giro di posta. Sarà infatti Kraken a proporre presto la sua IPO (Initial Public Offering), come ha dichiarato il suo CEO, Jesse Powell, nel corso di una articolata intervista rilasciata a Fox Business.

kraken - Kraken sulle orme di Coinbase

L’intervista di Jesse Powell

Nel corso della stessa intervista, il numero uno della piattaforma di scambio ha anche affermato che a rallentare la corsa dell’azienda potrebbero essere gli ostacoli crescenti proposti da una normativa in fase di evoluzione.
Il riferimento è ai regolatori statunitensi, i quali si sono rivelati nel corso degli ultimi mesi i più risoluti nel mettere i bastoni tra le ruote alle aziende dedite all’innovazione finanziaria. Anche Kraken, infatti, si è ritrovata più volte a dover interloquire, spesso in maniera non proprio distesa, con SEC e CFDC. Le stesse agenzie peraltro hanno richiesto in varie occasioni la messa al bando di prodotti i quali sono invece consentiti alle aziende del settore i quali operano all’esterno del territorio statunitense. Un problema di non poco conto per Kraken.

Kraken potrebbe lasciare il territorio statunitense

Alla luce di una sempre crescente ostilità, i vertici di Kraken starebbero seriamente pensando di lasciare il territorio degli Stati Uniti. Anche per poter combattere ad armi pari con una concorrenza sempre più qualificata. Un problema che si è posto peraltro anche Ripple Labs, altra azienda entrata in rotta di collisione con la Securities and Exchange Commission e attualmente impegnata in una causa per la vendita di titoli non autorizzati a partire dal 2014.
Per effetto di queste pressioni, Kraken starebbe quindi pensando di lasciare gli Stati Uniti per mete più ospitali. Come il Giappone, il Regno Unito o gli Emirati Arabi, realtà che vantano normative stratificate, ma comunque favorevoli agli asset digitali.

La raccolta fondi di Kraken prosegue con grande aggressività

Intanto Kraken prosegue la sua campagna di raccolta dei fondi, con modalità estremamente aggressive. La quale, secondo le notizie trapelate, gli potrebbe consentire di raddoppiare i dieci miliardi di cui dispone attualmente.
Se in precedenza si era presa in considerazione l’ipotesi di dare vita ad una società di acquisizione per scopi speciali (SPAC), la stessa è stata poi cassata a favore dell’IPO, la stessa strada scelta da Coinbase. Si tratta di una modalità che prevede l’acquisizione di una società già quotata da parte di una che intende a sua volta quotarsi. Un metodo poi scartato in quanto proprio le grandi dimensioni di Kraken lo sconsigliano, come rivelato da una fonte interna a The Block. Mentre la quotazione diretta, sul modello dell’exchange concorrente, permette di bypassare alcuni costi legati all’IPO tradizionale.

L’ostilità degli Stati Uniti nei confronti del mondo crittografico

L’ostilità di una parte della politica e la mancanza di una strategia nazionale sulle criptovalute sta emergendo come un problema molto serio, negli Stati Uniti. Soprattutto se confrontato con la maggiore disponibilità di altri Paesi nei confronti degli asset virtuali.
Se Ripple è l’emblema in tal senso, non va dimenticata la causa intentata dalla SEC contro LBRY. Che secondo Mati Greenspan, il fondatore di Quantum Economics, rappresenterebbe una mina posta alle fondamenta dell’intero spazio crittografico. Tanto da averlo spinto a pubblicare una newsletter in cui chiede alla comunità di stringersi a coorte per impedire alle autorità di controllo di distruggere le criptovalute.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button