News Exchange

KuCoin Crypto Exchange, attacco hacker prosciuga i fondi

A darne notizia i responsabili della piattaforma

KuCoin Crypto Exchange, piattaforma di scambio operante a Singapore, ha affermato di essere stata oggetto di un attacco da parte di hacker.
Il bottino non è stato specificato, ma nello stesso comunicato l’exchange ha dichiarato di aver rilevato il prelievo di un gran numero di Bitcoin ed Ethereum. Avvenuto su un portafogli sconosciuto nella serata di venerdì.

Kucoin - KuCoin Crypto Exchange, attacco hacker prosciuga i fondi

KuCoin Crypto Exchange: cos’è accaduto

Sulla questione è intervenuto Johnny Lyu, CEO di KuCoin Crypto Exchange, nel corso di una diretta in streaming che ha avuto luogo nella giornata di sabato. Durante la quale ha dichiarato che uno o più hacker sarebbero riusciti ad ottenere le chiavi private degli hot wallet della piattaforma provvedendo a sottrarne il contenuto. Il rimanente sarebbe poi stato trasferito su nuovi portafogli predisposti per l’occasione. L’exchange avrebbe inoltre optato per il definitivo abbandono dei wallet compromessi e per il congelamento dei fondi, impedendo quindi depositi e prelievi alla propria clientela. Una strategia decisa proprio al fine di evitare conseguenze e perdite peggiori.
Lo stesso Lyu ha poi sottolineato come l’attacco degli hacker non avrebbe colpito i cold wallet della piattaforma. Non essendo online, infatti, sono in grado di conservare la propria integrità nel corso di attacchi hacking. Una caratteristica la quale gli consente di essere più sicuri degli altri. Come dimostrato in effetti anche in questa occasione.

Non è ancora noto il bottino

Per quanto riguarda invece il bottino, il CEO di KuCoin Crypto Exchange non ha voluto (o potuto) fare chiarezza. Si è limitato a dire che la piattaforma avrebbe rilasciato l’indirizzo del portafoglio dell’hacker e un elenco di fondi rubati.
Il velo è stato parzialmente squarciato da Etherscan, secondo cui due wallet Ethereum appartenenti a KuCoin avrebbero provveduto all’invio di più di 11mila ETH verso un portafogli sconosciuto. Considerato come il prezzo di mercato del token sia attualmente attestato a circa 350 dollari, la sottrazione in questione avrebbe fruttato quasi 4 milioni di dollari agli attaccanti. Il wallet incriminato avrebbe anche ricevuto oltre 150 token basati su Ethereum, per un valore corrispondente che supererebbe i 150 milioni di dollari.

I dati di CoinGecko

Altri dati preziosi per capire meglio la questione sono poi forniti da dal sito di dati crittografici CoinGecko, secondo il quale ammonterebbero ad oltre 200 gli asset di criptovaluta scambiati su KuCoin Crypto Exchange. Il cui volume giornaliero di scambi si attesta su un controvalore pari a circa 100 milioni di dollari.
Per effetto di quanto avvenuto, KCS, il token di scambio della piattaforma, ha dato vita ad una rapida discesa non appena si è propagata la notizia di quanto accaduto. In appena un’ora, infatti, la sua quotazione è calata del 14%, attestandosi a quota 0,86 dollari. Un calo derivante dal fatto che i social media hanno deciso di fornire ampio risalto alla notizia.

KuCoin Crypto Exchange: cosa accadrà ora

Ora, naturalmente, stanno andando avanti le indagini sull’episodio. Le quali avranno non solo il compito di fare luce su quanto accaduto, ma anche sulle falle che hanno permesso la sottrazione di fondi nei wallet.
Ancora Lyu ha comunque inteso rassicurare gli utenti, affermando che quanto è stato indebitamente sottratto ai clienti sarà completamente coperto da un fondo assicurativo. Mentre alle forse dell’ordine internazionali spetterà il compito di individuare i responsabili dell’attacco hacking. Naturalmente, però, gli analisti affermano che per l’exchange è un brutto colpo a livello di reputazione. Il quale potrebbe continuare a riversare i suoi effetti nelle prossime settimane.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button