News Bitcoin

La crisi tra USA e Iran sta spingendo Bitcoin verso l’alto

bit coin - La crisi tra USA e Iran sta spingendo Bitcoin verso l’alto

La crisi in atto tra Stati Uniti e Iran, a seguito dell’uccisione del generale Soleiman, sta dando vita ad una serie di conseguenze di notevole portata sui mercati. Se era abbastanza prevedibile il rialzo del prezzo del petrolio, anche Bitcoin sembra destinato a dare vita ad una notevole crescita, soprattutto se gli eventi dovessero portare ad un vero e proprio conflitto tra i due Paesi.

La fiammata di BTC

Sono bastate poche ore dall’annuncio del raid statunitense a Bagdad, per vedere BTC guadagnare oltre 500 dollari di valutazione, portandosi sopra quota 7400.
Anche la volatilità della regina delle criptovalute ha notevolmente risentito della crisi in atto. Se la media mensile giornaliera si era attestata intorno al 2,5%, ora si registrano oscillazioni nell’ordine del 5%. Una situazione che non dovrebbe mutare nel corso delle prossime ore.
Considerata la reazione di Teheran, sono infatti in molti in queste ore ad acquistare Bitcoin, confidando con tutta evidenza nel fatto che ormai la moneta virtuale attribuita a Satoshi Nakamoto è considerata alla stregua di un bene rifugio. In pratica, quindi, ogni volta che si affacciano eventi che potrebbero avere grande incidenza, a livello economico, anche BTC, alla pari con l’oro, viene individuato come il modo migliore per mettere al sicuro le proprie finanze.

Cosa potrebbe accadere ora?

Se nei giorni precedenti il raggiunto accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina sembrava aver tolto di mezzo un fattore di grande instabilità per i mercati, ora il precipitare degli eventi in Medio Oriente pone le basi per una instabilità molto più pronunciata.
Se infatti da Teheran si moltiplicano le minacce verso gli Stati Uniti, dall’altra parte Trump sembra destinato a cavalcare l’onda innestata dal raid in Irak. Nonostante le serrate critiche di parte democratiche, in particolare sotto forma di condanna dell’atto da parte di Joe Biden e Nancy Pelosi, l’attuale inquilino della Casa Bianca non sembra avere alcuna intenzione di raffreddare la tensione.
Il motivo di questo atteggiamento è da ricercare proprio nella situazione interna, che vede il tycoon in evidente affanno, di fronte alla proposta di impeachment che si trova a dover fronteggiare. Tanto da spingere molti osservatori ad affermare che proprio nell’approssimarsi della corsa alla presidenza sarebbe da ricercare il vero motivo dell’uccisione di Soleimani.

La tensione potrebbe favorire BTC

Una situazione che dovrebbe continuare a suscitare grandi tensioni ancora per molto tempo, con tutto quello che può conseguirne sui mercati, a partire da una notevole crescita del prezzo del petrolio, tale da generare ulteriori difficoltà per l’economia mondiale.
Un quadro nel quale proprio il Bitcoin potrebbe trarre grandi vantaggi. Oltre ad essere ormai considerato un asset di emergenza, infatti, BTC sta ormai correndo a grandi passi verso il previsto halving, ovvero il dimezzamento delle ricompense spettanti ai miners. L’evento è previsto per la metà di maggio e potrebbe soffiare ulteriormente sulle vele di un asset che nel corso degli ultimi mesi ha evidentemente rafforzato la sua popolarità. Una evoluzione favorita ad esempio dall’annuncio fatto da una serie di attori di primo piano della grande distribuzione transalpina, relativo all’utilizzo di BTC nei pagamenti e dall’utilizzo sempre più capillare da parte di chi teme eccessivi livelli di inflazione, come accade in Argentina o in Venezuela.
Proprio la valutazione di questi fattori da parte degli investitori potrebbe quindi creare la base per una esplosione della sua quotazione, di cui del resto si ha una notevole anticipazione proprio in queste ore.

Tags

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close