News Crypto e cryptovalute

La Cryptocurrency Open Patent Alliance fa causa a Craig Wright

Stavolta è l'uomo d'affari australiano ad essere citato in giudizio

La Cryptocurrency Open Patent Alliance (COPA) ha deciso di portare Craig Wright in tribunale. Per l’autoproclamato Satoshi Nakamoto, ribattezzato Faketoshi dai numerosi detrattori si tratta di una novità di non poco conto. Solitamente, infatti, è proprio lui a ricorrere alla giustizia al fine di risolvere le tante querelle di cui è protagonista.

Craig Wright - La Cryptocurrency Open Patent Alliance fa causa a Craig Wright

Cos’è accaduto

La vicenda che ha spinto la COPA a ricorrere alla giustizia è quella relativa alla diffida inviata dai legali di Wright verso coloro che avevano deciso di pubblicare, senza alcun scopo di lucro, ma puramente a titolo informativo, il white paper di Bitcoin. Tra i quali Square, Bitcoin.org e Bitcoincore.org, con vario risultato. Se infatti Bitcoincore.org si era piegata all’ingiunzione, gli altri non lo hanno fatto. Ad essi, inoltre si sono aggiunte altre entità, a partire dai governi di Estonia e Colombia.
La Cryptocurrency Open Patent Alliance, a sua volta, all’inizio dell’anno aveva esitato. Decidendo di chiedere chiarimenti all’avvocato di Wright e, soprattutto, di mostrare le prove che l’uomo d’affari australiano fosse realmente Satoshi Nakamoto. Come del resto è stato chiesto a Wright da parte del tribunale chiamato a giudicare sulla causa intentata da Ira Kleiman in relazione ai Bitcoin detenuti dal Tulip Trust.

Cos’è la Cryptocurrency Open Patent Alliance

La Cryptocurrency Open Patent Alliance è stata istituita proprio da Square, nel settembre dell’anno passato. Il suo scopo è quello di prevenire la rivendicazione di brevetti relativi alla tecnologia su cui si fondano le criptovalute da parte delle aziende coinvolte, a meno che essi non siano fondamentali per la difesa della tecnologia stessa.
Le aziende che desiderano aderire hanno l’obbligo di accettare la permanenza nell’alleanza per un minimo di tre anni. Mentre tutti i brevetti che si impegnano a non far valere (se non in modo difensivo) durante il loro periodo in COPA saranno ancora soggetti al Patent Pledge nel caso decidano di uscire. Nel corso del periodo di adesione sono inoltre tenute a contribuire a una libreria di brevetti condivisa la quale permette agli altri membri di utilizzare i brevetti in modo difensivo contro i troll dei brevetti esterni. Dando così modo anche alle piccole aziende di avere uno scudo con cui proteggersi dagli aggressori dei brevetti.

Patent trolling: ora tocca a Craig Wright

Tra i membri della COPA ci sono altre aziende di spicco oltre a Square, tra le quali va rimarcata la presenza degli exchange di criptovaluta Coinbase, Kraken e OKCoin e di società del calibro di Microstrategy, BitPay e Blockstream.
Un avversario quindi molto ostico per Wright, il quale si è alienato non poche simpatie con la sua condotta dissennata nel corso degli anni. Durante i quali il numero uno di nChain ha inteso regolare spesso i conti coi suoi avversari nelle aule di tribunale.
In una di queste cause, quella relativa al Tulip Trust, il suo comportamento ha letteralmente fatto infuriare molti protagonisti dello spazio crittografico. A partire da Dan Held, direttore degli sviluppi Business di Kraken, il quale ha indicato Wright alla stregua di un puro e semplice truffatore. Aggiungendo di non riuscire a comprendere come ci sia ancora qualcuno nell’ambiente disposto a concedergli credito. Ad unificare i suoi detrattori è in particolare il convincimento che i comportamenti di Craig Wright non facciano altro che seminare discredito sullo spazio crittografico. Favorendone di conseguenza i tanti nemici.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button