Maggio 26, 2020
Home » La grande crescita di Theta
Criptovalute

La grande crescita di Theta

Theta - La grande crescita di Theta

In un momento non felicissimo per le criptovalute, spicca la grande crescita fatta registrare da Theta. Se nelle ultime ore ha messo a segno un rialzo di oltre il 40%, andando ad infrangere quota 31 centesimi di dollaro, va però sottolineato come il token dopo aver toccato i minimi a metà marzo ha iniziato una rincorsa che gli ha consentito di avanzare del 560%. Uno dei migliori dati in assoluto nell’intero settore.

Cos’è Theta e cosa si propone

La rete Theta è una piattaforma basata su una blockchain la quale permette di distribuire video ad alta larghezza di banda. Dotata di streaming decentralizzato e condivisione della larghezza di banda basata su token, è stata pubblicizzata come la prossima generazione di distribuzione video.
Il co-fondatore di YouTube, Steve Chen, implicato nell’operazione, sostiene anzi che Theta ha una precisa funzione storica, quella di ricoprire per l’industria video online di oggi la stessa funzione che YouTube ha avuto nei confronti dei video tradizionali nel 2005. Un compito quindi di grande rilievo.

Come funziona Theta?

Il funzionamento di Theta si basa sulla constatazione di tre problematiche dello streaming video in diretta: una qualità non molto elevata, il costo troppo alto delle infrastrutture e gli ecosistemi centralizzati e inefficienti. Problemi che Theta va ad affrontare proprio utilizzando la tecnologia blockchain con il preciso fine di andare a dare vita ad una piattaforma di video streaming decentralizzata.
Il vantaggio per gli utenti è una condivisione della larghezza di banda e delle risorse tesa a fornire video streaming di alta qualità, senza intoppi e, soprattutto, a costi ridotti. Obiettivo che viene perseguito dando luogo ad un meccanismo sostenibile teso a motivare tutti i soggetti interessati spingendoli a diventare parte attiva di una rete di distribuzione video decentralizzata.

La funzione del token

In questo quadro, Theta rappresenta il “token di governance” della piattaforma, da non confondere con il Theta Fuel (TFUEL), il token operativo del protocollo, il quale deve il suo nome al fatto di fungere da vero e proprio propellente al suo interno.
In pratica, se Theta ha la funzione di mettere in sicurezza la rete, Theta Fuel viene indirizzato verso le microtransazioni e le operazioni che avvengono all’interno della rete.

Un progetto estremamente interessante

Come si può capire, Theta non ha intenti puramente speculativi, ma si propone di dare risposte ad una esigenza ben precisa, quella di avere contenuti in streaming di livello e a basso costo. Una mission che ha permesso al progetto di attirare l’attenzione di investitori importanti, a partire da Samsung.
Se in una fase iniziale è stato frenato dal fatto di rappresentare un progetto a lungo termine, la precisazione del piano di sviluppo sembra aver convinto un notevole numero di utenti, i quali hanno iniziato a investire su Theta, confidando con tutta evidenza nella sua riuscita. In tal modo si spiega la grande crescita fatta registrare nel corso degli ultimi due mesi, proprio quelli in cui il coronavirus ha iniziato a far parlare di Shut-in Economy, ovvero di quel tipo di economia che necessita di servizi di alta qualità. Come appunto i contenuti video streaming cui punta Theta.

Lascia un commento