Luglio 13, 2020
Criptovalute News » La Regione Lombardia utilizzerà la Blockchain nella gestione dei rifiuti
News Blockchain

La Regione Lombardia utilizzerà la Blockchain nella gestione dei rifiuti

Il problema dei rifiuti è molto avvertito in Italia. Soprattutto in quelle parti del territorio utilizzate dalle ecomafie per bruciarli, innescando conseguenze pericolosissime per la sapute dei residenti.
Il problema è reso ancora più grave dal fatto che proprio le popolazioni non vogliono più avere discariche sotto casa, avendo paura che i siti siano utilizzati per curare materiali tossici. Basta in effetti vedere quanto sta accadendo a Roma, sulla questione legata alla nuova discarica che dovrebbe sostituire Malagrotta, per capire la difficoltà legata all’individuazione di siti idonei.
Ora sembra in arrivo una novità da questo punto di vista, legato alla possibilità di utilizzare la blockchain nella gestione dei rifiuti. Proprio la tecnologia dei registri distribuiti potrebbe infatti rivelarsi idonea a tracciare il materiale che dovrebbe essere trattato all’interno dei siti, evitando per tale via che possa esserlo anche quello non autorizzato.

La decisione del consiglio regionale della Lombardia

Il Consiglio regionale lombardo ha proceduto ad approvare l’Atto di indirizzo in materia di programmazione della gestione dei rifiuti e delle bonifiche. Il piano predisposto per questa via punta in particolare ad un superamento dell’idea stessa di rifiuto, andando invece ad adottare la logica dell’economia circolare. Proprio nella discussione che ha portato all’approvazione del provvedimento, è stato votato un emendamento del M5S lombardo, il quale prevede la valutazione dell’adozione di “procedure di tracciabilità garantita, trasparente, pubblica e non modificabile della filiera del rifiuto con l’utilizzo di una nuova tecnologia, la blockchain”.
La ratio di questo provvedimento è proprio le garanzie che la nuova tecnologia è in grado di offrire in tema di tracciabilità dei materiali coinvolti nel processo di trattamento. Il continuo monitoraggio in tal senso potrebbe essere in pratica la chiave di volta per impedire infiltrazioni mafiose in un settore così delicato.

Il problema dei rifiuti in Italia

Basta esaminare i media, cartacei o meno, per capire come i rifiuti rappresentino un problema sempre più vistoso nel nostro Paese, anche a causa della latitanza della politica, incapace di dare risposte concrete alle esigenze della popolazione.
Il rifiuto da parte dei territori di ospitare gli impianti che dovrebbero procedere al trattamento dei materiali è dovuto in particolare ai timori di carattere sanitario. Le zone in cui gli impianti sono dislocati, infatti, sono troppo spesso caratterizzati da dati drammatici, con una incidenza elevatissima di malattie legate proprio all’inquinamento dell’aria e dell’ambiente che è la naturale conseguenza della presenza di questi impianti.
Una situazione che si è riproposta nelle ultime settimane a Roma, ove la decisione della sindaca di Roma, Virginia Raggi, di collocare la nuova discarica a Monte Carnevale, a due chilometri di distanza da Malagrotta, ha in pratica portato alla sollevazione della Valle Galeria. Il territorio in questione, infatti, non è ancora stato bonificato dopo la chiusura della discarica che per decenni ha smaltito i rifiuti della capitale. Proprio per questo i residenti si sono ribellati alla decisione di Comune e Regione, innescando una polemica politica sempre più vivace.
Proprio quanto sta accadendo potrebbe spingere sempre più le varie amministrazioni ad adottare la blockchain per il tracciamento dei materiali da smaltire, tagliando in tal modo la strada alle ecomafie, che dell’emergenza cercano di approfittare proprio per incrementare i propri sporchi traffici.

News simili

Blockchain: in Italia per il 2019 il mercato è giunto a un valore di 30 milioni

Silvia Faenza

L’Italia utilizza la blockchain per tracciare le arance rosse siciliane

Dario Marchetti

L’Italia sta per presentare il suo progetto pilota per l’applicazione della blockchain al Made in Italy

Dario Marchetti