News Bitcoin

La truffa degli ATM Bitcoin

 

bitcoin atm - La truffa degli ATM Bitcoin

I truffatori sono sempre all’opera e, soprattutto, sempre aggiornati, per cercare di cogliere le occasioni utili per mettere in atto le proprie attitudini predatorie. Quelli che sono soliti farlo su Internet fanno leva in particolare sulle criptovalute, confidando proprio sulla loro crescente diffusione, sull’ingenuità delle potenziali vittime e su una notevole dose di inventiva.
Come quella testimoniata dall’ultimo raggiro architettato, che vede come strumento gli ATM Bitcoin, ovvero quelli che erogano la celebre divisa virtuale attribuita a Satoshi Nakamoto in cambio di valuta fiat. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si stia parlando.

In cosa consiste la truffa

A rivelare quanto sta accadendo è stato Cryptolocalatm, ricordando come i truffatori per portare avanti la loro truffa si siano dotati di appositi sticker bifacciali ideati proprio per reindirizzare ad un loro indirizzo pubblico i BTC prelevati, sostituendolo a quelli degli utenti.
Gli sticker in questione, infatti, vengono incollati dai truffatori sulla camera o sullo scanner dei QR code degli ATM riportando sulla faccia visibile all’utente la scritta “scan here” ed un QR code apparentemente in filigrana. Nella realtà, però, sull’altra faccia, quella che viene mostrata allo scanner dell’ATM, riportano il QR code di un indirizzo pubblico dei truffatori. Ne consegue che ogni volta che l’utente mostrerà il proprio QR code allo scanner dell’ATM al fine di farsi inviare i BTC acquistati al proprio indirizzo, lo scanner procederà a sua volta alla lettura del QR apposto dai truffatori sul lato dello sticker nascosto all’utente, inviando i BTC ad un indirizzo pubblico che è in realtà detenuto dallo scammer.

Una truffa ben congegnata, ma evitabile

Il problema collegato a questa truffa, risiede proprio nel fatto che le transazioni che vedono l’impiego di BTC sono in pratica irreversibili. Proprio per questo motivo, gli esperti consigliano di utilizzare un modus operandi che può evitare la definitiva perdita dei propri soldi.
In pratica basta controllare che l’indirizzo scansionato corrisponda al proprio prima di confermare la transazione. Ove l’indirizzo pubblico del destinatario mostrato durante l’ultimo passaggio, quello della conferma, non corrisponda a quello desiderato si può infatti annullare senza problemi la transazione. Si tratta in effetti di un modus operandi improntato ad un semplice principio di precauzione che, però, non sempre viene adottato.
Naturalmente una truffa di questo genere avviene soprattutto nel caso degli ATM non presidiati, in cui la mancanza di sorveglianza pone le premesse per il felice esito della truffa.

Basta usare la prudenza, secondo gli esperti

Anche in questo caso, quindi, il truffatore conta su una caratteristica ormai ben nota a chi si occupa professionalmente del contrasto alle truffe informatiche: la mancanza di prudenza e attenzione. Un dato che del resto spinge ancora una miriade di truffatori ad utilizzare metodi abbastanza banali per infettare i sistemi informatici e chiedere riscatti al fine di sbloccarli o spingerli a lavorare per il mining di criptovalute senza che il loro proprietario lo sappia. Tecniche che ad esempio fanno leva sulla posta elettronica o sulla tendenza a scaricare files senza prima cercare di capire se possano essere veicoli per il malware o meno. Una tendenza che continua ad essere segnalata e stigmatizzata dalle aziende di cybersecurity, senza però riuscire a sradicarla del tutto.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button