News Crypto e cryptovalute

L’esplosione della quotazione di BSV: a cosa è dovuta?

Bitcoin Satoshi Vision - L’esplosione della quotazione di BSV: a cosa è dovuta?

Nel corso delle ultime ore si è assistito alla vera e propria esplosione della quotazione di Bitcoin Satoshi Vision (BSV). In una sola seduta la criptovaluta nata dal fork di Bitcoin Cash (BCH) ha guadagnato un clamoroso 90%, per effetto del quale ha potuto mettere a segno un record: si tratta infatti della prima moneta nata da una scissione a superare la divisa madre.
Dall’inizio dell’anno, BSV ha già messo a segno una performance del 330%. Un livello che però potrebbe crescere ancora e anche in maniera molto pronunciata. Tanto da spingere molti investitori a chiedersi quale sia il motivo di tanta euforia.

I motivi dell’ascesa

Come abbiamo ricordato, Bitcoin Satoshi Vision ha superato in termini di capitalizzazione Bitcoin Cash, come testimoniato del resto da Coinmarketcap. Resta da capire se il quarto posto di cui gode attualmente nella classifica crypto sia un punto di arrivo o l’inizio di una nuova storia.
Secondo gli esperti a spingere la quotazione di BSV sarebbe la notizia relativa a Craig Wright, secondo la quale Faketoshi, come è stato soprannominato dai suoi detrattori, avrebbe provveduto ad inviare le chiavi necessarie per poter sbloccare i file criptati del Tulip Trust che permetterebbero l’accesso ad una vera e propria fortuna in BTC. Si tratta in pratica di un milione di token, per capire il cui valore basta operare la conversione in dollari agli attuali livelli indicati dal mercato.

Cosa è successo?

In pratica, secondo i rumors che stanno circolando in queste ore, attraverso terze parti sono state consegnate e ricevute le chiavi relative ai file criptati del Tulip Trust che consentirebbero l’accesso ai Bitcoin da esso detenuti. La questione era stata oggetto di procedimenti penali e altre vicende che avevano fatto guadagnare a Craig Wright il soprannome di Faketoshi, derivante dal suo tentativo di accreditarsi come il vero Satoshi Nakamoto, ovvero l’inventore di BTC. Ora proprio lui avrebbe fornito ben 16404 indirizzi Bitcoin che dovrebbero avvicinarsi al milione di token. Al cambio attuale la cifra si aggirerebbe intorno ai 7 miliardi di dollari.

Perché se ne sta avvantaggiando BSV?

Perché Bitcoin Satoshi Vision si sta avvantaggiando degli eventi innescati da Wright? Secondo gli analisti si tratterebbe della logica conseguenza del fatto che, essendo i Bitcoin bloccati, si verrebbe a creare anche la possibilità di recuperare tutti i fondi che sono stati creati dai vari fork di BTC, aumentando di molto il capitale totale in gioco.
Quanto sta accadendo, però, potrebbe anche rivelarsi un’arma a doppio taglio. Basta esaminare la reazione di Dan Held, direttore negli sviluppi Business di Kraken, per iniziare a sentire un forte odore di bruciato. Secondo lui, infatti, Wright è più o meno un semplice truffatore. Una valutazione senza scampo, su cui proprio l’exchange ha fondato la decisione di eliminare BSV dalle contrattazioni. Decisione cui si sono accodati anche Binance e altre piattaforme. Se le voci circolate in queste ore si rivelassero false, si potrebbe assistere ad una vera e propria rotta a carico di Bitcoin Satoshi Vision.
Proprio per avvertire gli investitori, lo stesso Held ha intanto bollato le notizie relative al Tulip Trust e all’identità di Satoshi Nakamoto alla stregua di un sistema di exit scam messo in piedi per ingannare il mercato. Ora non resta che seguire gli eventi.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button