News Crypto e cryptovalute

Litecoin e Cardano progettano un ponte tra di loro

E' stato David Schwartz, direttore della Litecoin Foundation, a renderlo noto

Litecoin e Cardano sono due dei maggiori concorrenti di Bitcoin. Un ruolo svolto proprio grazie alla bontà dei rispettivi progetti, del resto riconosciuta dai mercati. Nella classifica di CoinMarketCap, si trovano rispettivamente al settimo e ottavo, quindi in una situazione tale da poter richiamare un gran numero di investitori anche nel futuro prossimo. Soprattutto se dovesse andare a buon fine un progetto di cui si è iniziato a parlare di recente.

Litecoin - Litecoin e Cardano progettano un ponte tra di loro

La dichiarazione di David Schwartz

Il progetto in questione è stato ipotizzato da David Schwartz, il direttore della Litecoin Foundation, nel corso di una introduzione alla serie di webinar Litening. Secondo lui, infatti, sarebbe in fase di ideazione la costruzione di un vero e proprio “ponte” tra le blockchain di Litecoin e Cardano. Un progetto concordato dopo i primi contatti intercorsi a metà del passato luglio tra Charlie Lee e Charles Hoskinson. Ovvero i fondatori dei due progetti, i quali avrebbero iniziato a collaborare alla stesura di un piano il quale è stato poi pubblicato dallo stesso Schwartz.

Litecoin e Cardano: in cosa consiste il piano in discussione?

Secondo quanto pubblicato da David Schwartz, il piano in questione prevede il varo di una sorta di ponte in grado di unire Litecoin e Cardano. A formarlo sarebbe un velvet fork, ovvero un fork di velluto. Termine il quale va ad indicare una modifica al codice di base di entrambe le catene per la quale non sarebbe necessario chiedere il permesso alle rispettive comunità e ottenere la maggioranza nella successiva votazione.
In pratica questo modus operandi, secondo il direttore della Litecoin Foundation, verrebbe applicato in combinazione con un NiPoPoWs o Proof-of-Work non interattivo che permette ai partecipanti ai network interessati di scegliere volontariamente se adottare le modifiche introdotte. I blocchi convalidati in tal modo sarebbero compatibili con le versioni precedenti e coopererebbero perfettamente con i blocchi non interessati dall’aggiornamento.

Esistono precedenti in tal senso?

Al webinar in questione ha partecipato anche Dionysis Zindros, una ricercatrice blockchain dell’Università di Atene. Cui è toccato il compito di spiegare come l’implementazione di una velvet fork e di un NiPoPoW non presenti eccessive difficoltà di carattere tecnico. Proprio l’ateneo greco, infatti, ha già implementato con successo un fork di velluto nel corso di un test riguardante la rete di Bitcoin Cash. Resta naturalmente lo scoglio rappresentato dalle rispettive comunità. Il quale, però, potrebbe essere facilmente bypassato, ma provocare al contempo proteste. Che si vorrebbero naturalmente evitare.

Cardano è in una fase di intensa trasformazione

Soprattutto per Cardano il progetto in discussione potrebbe rivelarsi molto importante. Soprattutto in un momento in cui al suo interno è molto dibattuta la questione relativa alla possibile trasformazione in privacy coin.
Una ipotesi allontanata di recente da Frederik Gregaard, CEO della Cardano Foundation. Il quale non ha esitato ad affermare che tale ipotesi non è attualmente all’ordine del giorno.
Va inoltre ricordato come ADA sia ormai in vista dell’implementazione di Goguen. Si tratta dell’aggiornamento alla rete grazie al quale gli sviluppatori potranno aggiungere una serie di funzionalità ai contratti intelligenti, in grado di aprire la strada alle DApps decentralizzate. Unendosi al Multi-Assets Ledger, grazie al quale la rete sarà in grado di ospitare nuovi token nativi, i quali potranno essere utilizzati in concorso con le DApps con il preciso intento di concorrere alla realizzazione di progetti DeFi.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button