News Crypto e cryptovalute

Lo yuan digitale si appresta al suo debutto ufficiale

La CBDC cinese scalda i muscoli in vista delle Olimpiadi invernali

Il momento dello yuan digitale sta ormai per scoccare. La CBDC (Central Bank Digital Currency) cinese sta ormai scaldando i muscoli in vista del debutto ufficiale. Un esordio che dovrebbe avvenire in coincidenza con lo svolgimento delle Olimpiadi invernali di Pechino, le quali si terranno tra il 4 e il 20 febbraio.
La valuta digitale potrà essere utilizzata non solo dalla popolazione locale, ma anche da coloro che si recheranno nella capitale per assistere alla kermesse olimpica. Sullo sfondo, la minaccia rappresentata dallo yuan digitale nei confronti del dominio imperiale del dollaro. Non a caso evocata dal China Daily, testata del Partito Comunista Cinese, in un articolo pubblicato il 7 gennaio.

yuan digitale - Lo yuan digitale si appresta al suo debutto ufficiale

Il lancio di e-CNY

Un ulteriore passo verso il debutto della CBDC cinese è stato compiuto nei giorni passati, con il lancio di e-CNY, il portafoglio digitale della banca centrale negli app store Android e Apple. Al momento è disponibile solo nelle regioni pilota del progetto, ma presto dovrebbe partirne la diffusione definitiva.
Inoltre, Tencent ha reso disponibile lo yuan digitale in WeChat Pay, la principale app utilizzata in Cina. I suoi utenti devono aprire un portafoglio digitale in renminbi WeBank utilizzando il nome reale per l’attivazione.
Un ulteriore tassello in una strategia la quale, alla fine di ottobre, aveva già condotto all’apertura di 140 milioni di portafogli elettronici. Il dato era stato rivelato da Mu Changchun, direttore generale del Digital Currency Research Institute della PBoC nel corso dell’Hong Kong Fintech Festival.

L’attacco cinese al dominio imperiale del dollaro

Da più parti si sostiene che lo yuan digitale è in grado di incrinare il potere imperiale del dollaro. Una tesi rilanciata dal China Daily, in un articolo non certo privo di basi.
Se, infatti, anche altri Paesi stanno esplorando la via di una divisa elettronica controllata dalla banca centrale, quella di Pechino fa paura proprio per la potenza del gigante orientale.
Nell’articolo in questione, viene in particolare enfatizzato il vantaggio accumulato dalla Cina, nel varo della sua moneta elettronica. Un’affermazione del resto confermata da Kenneth Rogoff, noto economista di Harvard, secondo il quale gli Stati Uniti devono recuperare non meno di un decennio nel caso volessero portare avanti il Digital Dollar Project. Ovvero il progetto varato da Accenture e Digital Dollar Foundation teso ad esplorare la possibilità di lanciare nell’immediato futuro un dollaro digitale.

Il PwC CBDC global index

Ad ulteriore sostegno di quanto affermato nell’articolo, il China Daily non manca di citare un rapporto pubblicato nell’aprile dell’anno appena finito ad opera di PWC. All’interno del quale gli Stati Uniti vengono indicati al 18° posto nella classifica relativa all’innovazione CBDC.
A parziale consolazione di Washington, occorre precisare che la classifica non è guidata dalla Cina, bensì dalle Bahamas, il primo Paese ad aver lanciato la sua valuta digitale controllata dalla banca centrale. Pechino è, anzi, preceduta anche dalla Cambogia, occupando solo la posizione più bassa del podio.

Una strategia inarrestabile?

Il vero problema, è che se Bahamas e Cambogia non ambiscono alla leadership globale, la Cina non nasconde le sue mire in tal senso. Viste con evidente fastidio dagli Stati Uniti, i quali hanno cercato nelle passate settimane di ostacolare in qualche modo gli ormai prossimi giochi invernali di Pechino.
Una manifestazione cui il gigante orientale ha destinato grandi sforzi, ritenendola una vera e propria vetrina. Lo yuan digitale, in questa ottica, rappresenta un ulteriore tassello in una strategia che, per ora, procede come un vero schiacciasassi.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button