News Exchange

LocalBitcoins stringe le maglie per contrastare il riciclaggio

Per riuscire nell'intento ha siglato un accordo con Elliptic

localbitcoins - LocalBitcoins stringe le maglie per contrastare il riciclaggio

LocalBitcoins è la piattaforma attualmente più famosa per l’acquisto di BTC. In pratica si tratta di un mercato decentralizzato all’interno del quale è possibile acquistare e vendere Bitcoin, offrendo anche un wallet destinato a conservarli in maniera più o meno sicura.
Per lungo tempo, però, l’azienda ha dovuto combattere contro i sospetti di essere uno strumento privilegiato per il riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite. Un pregiudizio che l’azienda finnica ha deciso di contrastare aderendo con grande forza alle normative KYC (Know Your Client) e AML (Anti Money Laundering). Una decisione la quale, peraltro gli è costata quote di mercato, invogliando una parte della propria clientela a rivolgersi ad altre piattaforme, evidentemente meno scrupolose.

L’accordo di LocalBitcoins con Elliptic

La perdita di clientela non sembra però aver comportato un ripensamento da parte di LocalBitcoins. L’exchange, anzi, ha deciso di instaurare una collaborazione con Elliptic, società di monitoraggio blockchain leader a livello globale.
Un accordo teso a eliminare ogni possibile zona d’ombra di cui potrebbero approfittare le bande criminali per riciclare proventi provenienti da attività illecite. In particolare saranno oggetto di potenziamento le politiche di KYC e AML che sono già state adottate.

Perché la mossa di LocalBitcoins?

A spiegare la ratio dell’accordo è stato Sebastian Sonntag, il CEO di LocalBitcoins. Il quale ha rilasciato una dichiarazione secondo la quale l’accordo con Elliptic permetterà all’azienda di raggiungere i massimi livelli di conformità alle normative anti-riciclaggio, aumentando al contempo l’efficienza operativa e riducendo i costi.
Il tutto nonostante le ricadute che questa decisione potrebbe avere sugli affari di LocalBitcoins. Che, in America Latina e Africa, ha perso negli ultimi tempi un notevole numero di clienti. In particolare tra coloro che sono intenzionati a perseguire il maggior livello di privacy possibile. Un livello messo in pericolo dallo stringersi delle maglie nella rete della piattaforma finlandese, ormai decisa a rendere del tutto trasparente l’ambiente di scambio offerto alla propria clientela.

Una pessima fama

Si tratta in effetti di una decisione dovuta anche alla pessima fama che LocalBitcoins si era costruita nel passato. Testimoniata da un report del 2017 in cui si affermava chiaramente come il 12% dei fondi crittografici associati ad attività criminali fossero ad essa riconducibili. Proprio per cercare di fugare i sospetti, nel corso degli ultimi anni la piattaforma ha dato vita ad una strategia tesa alla massima trasparenza. Di cui la partnership con Elliptic rappresenta l’ennesima controprova.

Chiuso un buco, se ne apre un altro?

Ad approfittare della decisione di LocalBitcoins è stata negli ultimi tempi soprattutto Hodl Hodl, exchange P2P che ha fatto leva sull’orgoglio dei cosiddetti puristi, ovvero quei clienti i quali non sopportano controlli rigidi da parte delle istituzioni nazionali e sovranazionali, soprattutto per motivi ideologici.
Pigiando a sua volta il piede sull’acceleratore di politiche tese a favorire quella privacy e facilità d’uso che LocalBitcoins, per forza di cose, non è più in grado di offrire.
Una tendenza molto pericolosa per il futuro, in quanto potrebbe spingere le bande criminali a cambiare semplicemente il loro strumento di riciclaggio.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close