News Crypto e cryptovalute

Miramax e Tarantino stringono nuovo accordo per gli NFT su Pulp Fiction

La collaborazione tra Miramax e Quentin Tarantino ha avuto un successo incredibile nel corso degli anni, con la produzione di alcune delle pellicole che hanno fatto la storia del cinema. E, probabilmente, non era certamente logico che questo straordinario rapporto finisse a causa degli NFT: proprio per questo motivo i due partner hanno deciso di lavorare insieme sulle future iniziative digitali, con le due parti che si sono dette di nuovo d’accordo ma… a fare cosa?

Almeno per il momento non è chiaro cosa accadrà alle NFT originali di Pulp Fiction che Tarantino ha prodotto in collaborazione con The Secret Network. Dopo aver venduto il primo esemplare per oltre 1 milione di dollari, la società si è fermata e ha annullato le aste future citando “l’estrema volatilità del mercato“.

Un simile comportamento ha destato molti sospetti ma… le ragioni di tale mossa non sono state immediatamente evidenti. Il problema è sorto forse con gli avvocati della Miramax? O perché l’entità che ha acquistato la prima NFT aveva stretti legami con The Secret Network? La collezione non ha attirato l’attenzione necessaria? O gli acquirenti avevano paura di future azioni legali da parte di Miramax?

Finora, i canali ufficiali di The Secret Network sono rimasti in silenzio sulla questione, riciclando quello che era l’account Twitter degli NFT di Pulp Fiction per destinarlo a un progetto completamente diverso. Inoltre, anche il sito web della collezione sembra essere morto. Quindi, The Secret Network potrebbe non essere più parte del nuovo accordo tra Miramax e Tarantino.

Rimane tuttavia il mistero sul contenuto di tale accordo. L’unica cosa certa è che “gli avvocati della Miramax hanno depositato una breve dichiarazione in tribunale” e che si tratta di una dichiarazione congiunta di entrambe le entità. Secondo Variety, “le parti hanno risolto il caso e prevedono di presentare i documenti di archiviazione entro due settimane. Le parti hanno deciso di lasciarsi alle spalle questa vicenda e si augurano di collaborare a progetti futuri, compresi eventuali NFT”.

Pulp Fiction NFT

Ricordiamo come Miramax era la casa di produzione di “Pulp Fiction” e detiene ancora i diritti del film capolavoro del 1994. Dall’altro lato, però, Tarantino ha conservato il diritto di pubblicare la sceneggiatura e gli NFT si basano su quel manufatto storico.

L’avvertenza della situazione era che, secondo il sistema di The Secret Network, il titolare dell’NFT è l’unica persona che può vedere cosa c’è all’interno del file. Ciò significa che Miramax ha fatto causa senza sapere quale fosse il contenuto degli NFT. Tarantino e The Secret Network erano decisi ad andare avanti con l’asta e hanno modificato pesantemente il contenuto degli NFT per renderlo conforme.

NewsBTC ha riferito sul suo sito che “le persone coinvolte nella vendita hanno eliminato tutte le immagini relative a Pulp Fiction e le hanno sostituite con solo testo o immagini ad alto contrasto di Quentin Tarantino stesso“. Anche il contenuto degli NFT è cambiato, ora The Secret Network li descrive come “capitoli di questo documento storico in una pubblicazione NFT unica nel suo genere. Ogni NFT della collezione consiste in una singola scena iconica e in un commento audio personalizzato di Tarantino stesso”.

Insomma, ancora poco è chiaro in questa vicenda…

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Roberto Rais

Grande esperto di criptovalute e nostro collaboratore già da diverso tempo. Segue attivamente come Editori diversi Blog specialistici del settore criptovalute

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button