News Crypto e cryptovalute

Monero: in Russia e Stati Uniti è più facile tracciare il token

Si intensifica la lotta all'anonimato

Monero è una delle privacy coin più reclamizzate in assoluto. Da tempo, infatti, il token viene accusato apertamente di essere uno strumento ideale per l’economia criminale. Accusa dovuta proprio al fatto che i suoi sviluppatori puntano molto sul grado di anonimato che sarebbe in grado di assicurare. Sfruttato ampiamente da chi traffica in armi, droga o esseri umani sul web. Una peculiarità la quale, però, sembra destinata a venire meno nell’immediato futuro.

Monero - Monero: in Russia e Stati Uniti è più facile tracciare il token

“Transparent Blockchain” il sistema russo che combatte le attività illecite

La Russia si sta attrezzando per combattere le attività illecite legate alle valute virtuali. Lo strumento individuato all’uopo si chiama “Transparent Blockchain, un nuovo sistema di crypto analytics sviluppato dal Federal Financial Monitoring Service. Ideato al fine di tracciare i movimenti degli asset finanziari digitali e identificare i fornitori di servizi crypto, “Transparent Blockchain” si propone l’obiettivo finale di andare a contrastare le attività illecite in cui sono utilizzati gli asset digitali.
Il sistema è stato varato con il concorso del Lebedev Physical Institute dell’Accademia russa delle scienze, un centro di ricerca sempre più centrale nelle attività di contrasto alle attività illegali che prevedono l’impiego di denaro digitale.
Il progetto ha comportato l’impiego di ingenti risorse, che dovranno essere integrate nel futuro. Si parla di stanziamenti pari ad oltre 10 milioni di dollari (circa 760 milioni di rubli) nel periodo compreso tra il 2021 e il 2023.

Anche gli Stati Uniti si attivano contro Monero

La Russia non è peraltro sola nella sua battaglia contro Monero. Il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti, infatti, ha provveduto dal canto suo a stipulare un contratto con CipherTrace al fine di creare uno strumento di tracciamento. Il contratto prevede la corresponsione all’azienda di un totale di 3,6 milioni di dollari, con 2,4 già pagati.
Ad annunciarlo è stato Dave Jevans, il CEO di CipherTrace, il quale ha anche ringraziato la Direzione della Scienza e della Tecnologia del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale per l’apporto fornito ai lavori.

A cosa serve lo strumento di tracciamento di CipherTrace?

Lo strumento messo in campo da CipherTrace servirà ai suoi utenti al fine di rintracciare i token sottratti o identificare quelli utilizzati in transazioni illecite. In tal modo sarà infatti possibile avvisare gli exchange di valuta digitale e impedire che un individuo possa inviare moneta digitale da fonti illecite ai propri wallet.
La nuova funzionalità ideata dall’azienda di sicurezza informatica ha suscitato la contrarietà dei fans di Monero. In realtà, però, proprio essa potrebbe infine contribuire a salvare il coin da una precoce fine.

La controversa fama di Monero

Le privacy coin si vantano di poter assicurare l’anonimato delle transazioni. Proprio questa caratteristica, però, rischia di spingerle ai margini del mercato. Il loro utilizzo nelle transazioni illecite che avvengono sul Dark Web, infatti, sta spingendo molti exchange a metterle al bando.
Unendosi alle norme KYC (Know Your Costumer) e AML (Anti Money Laundering) che sono state varate negli ultimi tempi proprio per contrastare il riciclaggio di denaro sporco.
Uno strumento come CipherTrace, che impedisce l’utilizzo di Monero in transazioni illegali, potrebbe paradossalmente esserne la salvezza. Il token, infatti, potrebbe alla fine essere confinato alle operazioni di carattere legale, ripulendo un’immagine sempre più appannata.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button